Zuppa inglese: come la fanno in Emilia.

Questo dolce al cucchiaio, è presente nella tradizione pasticcera di varie regioni italiane – Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Puglia, Sici­lia, per dire delle più titolate – ciascuna convinta di poterne vantare la primoge­nitura adducendo spiegazioni più o meno probabili sulla sua origine.

Nel caso spe­cifico lo scenario è la corte ferrarese degli Estensi, che nel Cinquecento intrattene­vano cordiali rapporti diplomatici con l’Inghilterra elisabettiana. Fu proprio un ambasciatore, di ritorno da Londra, a intessere le lodi del trifle, un dolce di tradizione popolare composto da una base di soffice pasta montata, inzuppa­ta di vino dolce e quindi arricchita con panna, confettura e amaretti.

Nasceva così, da una rilettura in chiave padana, la zuppa inglese, con il pan di Spagna bagnato di alkermes e rum, alternato a strati di crema pasticcera, semplice e al cioccolato. Un dolce destinato a divenire specialità della cucina bolognese e della regione tutta.

Un aneddoto signi­ficativo riguarda Giovannino Guareschi che, sullo sfondo delle terre di don Camillo e Peppone, imbandisce una cena sif­fatta: “culatello di Zibello e salame di Felino, consommé e pasticcio di mac­cheroni, zuppa inglese e gelato, con caffè e musica riprodotta”.

zuppa inglese all'emiliana

Ingredienti– 400 g di savoiardi o di pan di Spagna -150 g di canditi misti oppure di scagliette di cioccolato fondente

Per la  crema pasticcera -1,5 kg di crema pasticcera tiepida.

Per la bagna all’alchermes – 2 00 ml. di acqua -100 ml di alchermes.

Per la bagna al rum – 200 ml di acqua -100 mi di rum

Per la decorazione-100 g di cioccolato fondente 70% cacao

Procedimento

Preparate le bagne: diluite i liquori con l’acqua, seguendo la proporzione di 100 ml di liquore per 200 mi di acqua.

Prendete uno stampo scanalato, sul fondo mettete 3-4 cucchiai di frutta candita a cubetti grossolani e 4-5 cucchiai di crema e agitate per assicurarvi che il composto sia ben steso.

Procedete ora al rivestimento dello stampo con i savoiardi leggermente imbevuti nella bagna: infilateli verticalmente sul fondo della crema, alter­nando un savoiardo inzuppato nell, alchermes con un altro inzuppato nel rum.

Completato il rivesti­mento, versate nello stampo la crema pasticcera che a questo punto sarà tiepida.

Mettete in frigorifero a raffreddare per circa due ore.

Prendete un piatto da portata e sformate la zuppa inglese, poi spolverate con zucchero vani­gliato.

Servite in tavola facendo le porzioni in cio­tole o piattini, guarnite con scaglie di cioccolato.

La zuppa inglese può essere preparata in stampi monodose festonati: sul fondo mettete un pezzetto di pan di Spagna bagnato nell’alchermes, attorno rivestite allo stesso modo, riempite di crema pa­sticcera e portate in frigorifero a raffreddare.

Al momento del servizio estraete il dolce e guar­nite con scagliette di cioccolato fondente.

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )