Continua da “Pets armony: vivere col mio amico animale.  

animali da compagnia amici

Prima di scegliere, per vivere insieme in armonia, è consigliabile effettuare una serie di valutazioni: dimensioni della propria casa, disponibilità di tempo da dedica­re al nuovo amico, aspetti del proprio caratte­re (ad esempio, chi è particolarmente attento a ordine e pulizia deve considerare che un animale, il cane più di tutti, un po’ di con­fusione e qualche danno li procura sempre, soprattutto quando è cucciolo). Una buona regola è anche quella di farsi consigliare da un veterinario di fiducia in grado di determinare la specie più adatta al nostro stile di vita.

Chi scegliere come amico

Va bene un cane?.

E‘ il miglior amico dell’uomo per definizione, compagno di caccia nell’antichità, affettuoso e socievole, tra gli animali domestici è quello più empatico, ma richiede anche il maggior numero di attenzioni e di tempo da parte del proprio “padrone”

 Quando si prende un cane, ci sono alcune regole da rispettare, ecco le principali. Vaccinazioni: non esiste un unico pro­gramma vaccinale valido per tutti e per ogni cane occorre prendere in considerazione alcune variabili, quali le sue specifiche con­dizioni di salute, il territorio e l’ambiente in cui vive.  Anagrafe canina e microchip: il proprie­tario o il detentore di un cane deve provve­dere a fare identificare e registrare, dal veteri­nario, l’animale entro il secondo mese di vita tramite l’inoculazione del microchip. Conte­stualmente, viene rilasciato il certificato di iscrizione all’anagrafe canina, il documen­to di identità dell’animale, utile a combattere il randagismo e a fornire online i riferimenti per rintracciare il luogo di registrazione di un cane smarrito e, di conseguenza, il suo legit­timo proprietario. Scomparsa: va denunciata presso gli Uf­fici dell’Anagrafe Canina, i medici veterinari accreditati o i Servizi Veterinari dell’ASL. Fedele e leale, il cane ci insegna che l’ami­cizia può durare per sempre ed è indicato per le famiglie nelle quali assume presto un ruolo di primo piano.

Scegliere un gatto.

Misterioso, silenzioso, pigro, si adatta facil­mente all’ambiente domestico, anche se la sua indole indipendente può portarlo a fare scorribande fuori casa. Curioso e territoriale, soffre meno la lontananza e la noia rispetto al cane, se trascorre del tempo da solo esplo­ra l’ambiente che lo circonda e può passare ore a dormire, ma per chi sta molto tempo fuori casa è preferibile avere due esemplari che si tengano compagnia vicendevolmente. Anche per i gatti ci sono alcune linee guida. Rispetto al cane, il gatto esterna meno i sen­timenti verso i componenti della famiglia, ma sa essere molto presente nella quotidianità, instaurando un legame profondo e sincero. La sua semplice presenza in una casa infon­de tranquillità e benessere.

Scegliere un coniglio nano.

È un mammifero appartenente all’ordine dei lagomorfi e non è un roditore. Negli ultimi anni si è assistito a una sua rapida diffusio­ne. Scelto spesso per un fattore estetico o perché considerato di facile gestione, al di là del suo aspetto buffo, è un animale interes­sante e interattivo. Il suo carattere affettuoso e socievole si adatta perfettamente alla vita domestica proprio come accade al cane e al gatto e, come loro, ha bisogno di attenzioni. Va considerato, inoltre, che può vivere fino a 10 anni. Il suo olfatto, rispetto alla vista e all’udito, è maggiormente affinato, tanto è vero che riesce a riconoscere non solo i suoi simili, ma anche a distinguere gli esseri uma­ni familiari dagli estranei. Necessita di un’alimentazione specifica a base di fieno di alta qualità, verdure e pellet, non ha vaccinazioni obbligatorie, ma è sem­pre consigliabile eseguire, come gli altri animali da compagnia, dei vaccini annuali. Per curarlo è necessario fare riferimento a veterinari spedalizzati negli animali non con­venzionali o esotici.

 

Canarini, pesci rossi e… 

Anche tra le altre specie è possibile trovare un buon amico, sempre valutando le reciproche esigenze per una convivenza serena.

  • Volatili – è importante considerare lo spazio da dedicare alla gabbia che deve essere più ampia possibile e sviluppata in orizzontale per permettere almeno dei brevi voli e va tenuta pulita. Cibo e acqua vanno cambiati quotidianamente. Non amano la solitudine e hanno bisogno di comunicare.
  • Pesci – rappresentano un vero e proprio mi­crosistema che possiede delle severe regole da rispettare, prima fra tutte le giuste dimen­sioni del contenitore\acquario, le caratteristi­che chimico-fisiche dell’acqua e dell’habitat.
  • Piccoli roditori  i più diffusi sono il cri­ceto, il porcellino d’india e il cincillà. Vivaci e simpatici, di piccola taglia, sono ideali per una prima esperienza con il mondo animale, ma ciò non significa che non esigano atten­zioni e cure specifiche.

Rettili  questa tipologia di animali, la cui diffusione è sempre maggiore, non fornisce relazioni affettive come mammiferi e uccel­li, mantenendo un’indole più selvatica. Gli esemplari esotici richiedono spesso cure particolari, ma anche ambienti specifici che possano in parte replicare lhabitat origina­le e la temperatura più consona per la loro salute. Hanno esigenze alimentari particolari, adatte a soddisfare il loro fabbisogno ed è assolutamente sconsigliato improvvisare un acquisto, ancora più se non certificato..

Un animale è per sempre. 

Quando decidiamo di prendere con noi un animale e vivere insieme con lui, dobbiamo ricordarci che è unrap­porto di fiducia e dedizione, una scelta cheporta in casatanto amore, ma anche tante responsa­bilità. Rappresenta un impegno con una crea­tura che ha specifiche esigenze e che deve durare quanto la vita dell’animale stesso.

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )