Le indispensabili vitamine

giovane signora cucina ortaggi

Gli ortaggi, i cereali e la frutta, hanno numerose proprietà dovute ai loro costituenti, tra i quali un ruolo fondamentale assumono le vitamine.

I problemi alimentari sono stati considerati in modo semplicistico fino a tempi abbastanza recenti.

Solo alla fine del secolo scorso, accurati studi hanno dimostrato che errori alimentari possono essere la causa delle malattie e talvolta della morte.

Ad esempio la mancanza di vitamina A provoca un ritardo nello sviluppo fisico e disturbi oculari, l’assenza della vitamina C causa lo scorbuto e l’eliminazione della vitamina D conduce al rachitismo.

Dopo la loro scoperta si è molto parlato delle vitamine. La loro importanza è capitale: infatti l’organismo deve ricevere necessariamente questi elementi indispensabili attraverso l’alimentazione.

Esistono tavole apposite per conoscere la percentuale di vitamine contenute nelle piante, nella frutta, negli ortaggi e le quantità occorrenti all’organismo sano o malato.

È importante sottolineare che le vitamine sintetiche non possono supplire a quelle naturali e che gli alimenti troppo cotti si comportano come delle antivitamine.

I casi di avitaminosi sono oggi piuttosto rari, ma la carenza di vitamine è molto frequente, soprattutto in quei paesi che hanno un tenore di vita medio-alto e dove l’alimentazione abbondante che si basa su cibi conservati, non fornisce il giusto apporto di vitamine.

Vitamina C

La vitamina C è indispensabile per l’organismo. Ha proprietà anti-infettive e tonificanti; partecipa alla distruzione delle tossine e all’utilizzazione del ferro. Costituisce un elemento fondamentale per il funzionamento della tiroide e per il potenziamento della resistenza capillare.

La sua carenza causa lo scorbuto, che un tempo colpiva marinai e coloro che vivendo isolati, si nutrivano esclusivamente di cibi conservati. Questa malattia è caratterizzata da ulcerazioni, emorragie gengivali, perdita di denti e caduta dei capelli.

La pelle diventa secca e segnata da macchie; la respirazione diventa difficoltosa con il sopraggiungere di complicazioni polmonari. Questo morbo è quasi definitivamente scomparso, ma nei grandi centri si trovano numerosi casi mascherati o poco evidenti,  provocati da un’alimentazione sbagliata, caratterizzata dall’abuso di prodotti conservati e dall’insufficienza di verdure crude.

La vitamina C è presente in tutti i vegetali freschi e soprattutto nel cavolo, nel pomodoro, nel prezzemolo, dragoncello, cipolla, insalate, peperoni, agrumi, ecc… Questa vitamina è particolarmente indicata per le emorragie delle gengive, disturbi del sistema osseo e della coagulazione sanguigna, nelle malattie infettive, nei casi di affaticamento fisico e mentale, nelle convalescenze, durante la gravidanza e l’allattamento, in alcune dermatiti.

È inoltre valida per combattere l’eccesso del colesterolo.

La dose di vitamina C necessaria ai bambini da 1 a 14 anni è variabile da 30 a 90 mg.. L’organismo fino ai 20 anni ne richiede 100 mg.. al giorno.

Con il crescere dell’età, il fabbisogno diminuisce per stabilizzarsi sui 75 mg., eccetto casi particolari come fatiche fisiche o intellettuali, gravidanze, interventi chirurgici che ne richiedono 140-200 mg. al giorno.

verdura e coccinella

Vitamina E

Questa vitamina svolge un ruolo fondamentale nella riproduzione. La sua carenza causa disturbi della sfera genitale e della pelle.

La vitamina E agisce sul metabolismo dei grassi, è indicata per impotenza,  sterilità,  dolori mestruali disturbi di crescita, eczemi.

Si trova nei cereali, negli oli e negli ortaggi. Il fabbisogno dell’organismo è di circa 10-25 mg., giorno.

Vitamina K

Questa vitamina si trova principalmente nei vegetali verdi ed è sintetizzata dalla flora intestinale.

La sua carenza può essere causata sia da un insufficiente apporto alimentare, che da un difetto di sintesi, come avviene quando la funzione biliare è compromessa

quella intestinale disturbata.

E indicata principalmente in emorragie, disturbi epatici, orticarie, trattamenti antibiotici.

Vitamina D

La vitamina D regolarizza il metabolismo fosfocalcico favorendo l’assorbimento intestinale del fosforo e del calcio. assicurandone la fissazione a livello osseo. Si trova negli oli vegetali e in numerosi vegetali verdi freschi.

È particolarmente indicata nel rachitismo, nelle affezioni reumatiche, durante la gravidanza e l’allattamento e per facilitare il consolidamento di fratture

Vitamina A

La vitamina A è antinfettiva e contribuisce al nutrimento delle ossa e delle cartilagini. Ha effetti regolatori sul sonno e sulla pressione arteriosa. Questa vitamina si trova nella maggioranza delle piante e delle verdure e in molti frutti.

La sua mancanza può causare dimagrimento, perdita dei capelli e alterazioni della pelle. La sua carenza provoca lesioni oculari perché è indispensabile per la sintesi della rodopsina, pigmento che permette la visione notturna.

È inoltre necessaria all’accrescimento ed esercita un’azione protettiva delle mucose.

La dose di vitamina A giornalmente necessaria viene calcolata su 2 mg. circa.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )