VINI DELLA CALABRIA

 Partendo dai confini con la Campania e la Basilicata giù giù fino allo stretto, la Calabria presenta mutevoli e diverse caratteristiche ambientali che le permettono di produrre una gamma di vini che, pur provenendo dai medesimi vitigni, si differenziano notevolmente. La vite, che occupa una superficie di circa 68.000 ettari di cui due terzi in coltura specializzata con una produzione di circa 1.300.000 ettolitri di vino, è stata da sempre coltivata con amore e con risultati di prestigio anche per  piccole produzioni.  Praticamente la quasi totalità della produzione è rappresentata oltre che da vini superiori e di pregio, dai vini da taglio rossi e rosati; i vini da pasto, che hanno sovente una gradazione alcolica elevata,  riservati al consumo della regione. I contadini di queste contrade vivono esclusivamente con i prodotti dell’uva, dell’olivo e degli agrumi. I vini di alta gradazione, pieni, ricchi di corpo, profumati, vermigli, sono prediletti dai palati forti e ben reggono il confronto con la gagliarda cucina locale le cui vivande sono ricche di pepe, di condimento, di aglio, di peperoncino rosso e di odori. Vendemmia in Calòabria

VINI BIANCHI

            BIANCO DI SAMBIASE e BIANCO DI PROVILARO (uve Malvasia, Greco, Zibibbo ecc.): colore giallo do­rato tenue, sapore secco, di buon corpo, profumo intenso e delicato, acquista doti di grande finezza con opportuno invecchiamento. Vino superiore da pesce. Gradazione alcolica 12-12,5°. Servire a 10-11°C.

          BIANCHI DEL LITORALE IONICO (uve Duraca, Malvasia, Greco, Olino, ecc.): questi vini sono prodotti nella provincia di Catanzaro. Colore giallo un poco ambrato, aroma marcato, piuttosto amabili, di corpo non eccessivo. Vini fini da pasto. Gradazione alcolica 11-13°. Servire a 11-12°C.

         GRECO DI GERACE (uva Greco di Gerace): colore giallo oro con riflessi d’ambra, finissimo profumo che ricorda i fiori d’arancio e che, con l’invecchiamento, si trasforma in soavissimo bouquet, sapore tendente al liquoroso, perfettamente armonico, pieno, di ottima struttura. Eccellente vino da dessert. Gradazione alcolica 16-17°. Servire a 8-9°C.

         MOSCATO (uva Moscato giallo): colore giallo ambra, caratteristico e gradevole aroma, tipico dell’uva, gusto vellutato, sapore dolce, non smaccato, corpo pieno e generoso. Eccellente vino da dessert. Gradazione alcolica 15-16°. Servire molto fresco.

 VINI ROSSI

         GIRÒ (uve Magliocco, Greco bianco): è il più conosciuto ed esportato fra i vini rossi del Sud. Colore rosso rubino da giovane, aranciato dopo alcuni anni di invecchiamento, pro­fumo gradevole; rotondo all’inizio, diventa austero, generoso e pieno con l’andar degli anni. Vino superiore da pietanze forti. Gradazione alcolica 14-15°. Servire a 19-20°C.

        SAVUTO (uve Magliocco, Greco nero, Pecorelle): è uno dei migliori prodotti dell’enologia calabrese. Colore rosso rubino carico, con riflessi aranciati dopo adeguato invecchia­mento; sapore asciutto, vellutato, profumo fine, stoffa elegante, tono generoso. Eccellente vino d’arrosto e selvaggina. Gradazione alcolica 13-14°. Servire a 19-20°C.

        POLLINO (uve Magliocco, Malvasia bianca, Montonico): colore rosso rubino, sapore asciutto, gusto delicato, fine profumo, armonico, di pronta maturazione. Vino superiore da arrosti. Gradazione alcolica 13-13,5°. Servire a 18-19°C.

LIMBADI E CAFARO (uve Magliocco, Greco nero, Montonico): colore rosso rubino, odore un poco vinoso ma gradevole, finemente aromatico, pastoso in giusta misura, caldo. Parti­colarmente adatto per accompagnare agnello e capretto. Gradazione alcolica 13-14°. Servire a 19-20°C.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )