Tradizione in due dolci di pastasfoglia tipici di Puglia e Venezia Giulia

     CARTELLATE Tempo di preparazione: un’ora. Per 4/6 persone. Un chilo di farina, un decilitro di olio, un bicchierino di vino bianco, miele, cannella, sale, zucchero.

Natale: ricette: Cartellate: Pasta fritta      COME SI PREPARA. Versate la farina sulla spianatoia, formate la fontana e ponete al centro l’olio, un pizzico di sale e il vino tiepido. Mescolate bene fino a ottenere un composto liscio e compatto, avvolgetelo in un panno e lasciatelo poi riposare in luogo fresco per un’ora. Impastatelo nuovamente, stendetelo col mattarello e ricavate da esso delle sfoglie sottilissime. Le strisce  che vediamo nelle foto sono troppo grosse e debbono molto più sottili

    Tagliatele a strisce larghe 4 cm, arrotolatele su se stesse in modo da formare delle specie di «chiocciole» e friggetele nell’olio bollente.

     COME SI PRESENTA Scolate le cartellate man mano che saranno dorate su un piatto foderato con un foglio di carta assorbente, pennellatele di miele e cospargetele di zucchero e cannella.

Gabriella Garofalo di Milano: «È un dolce originale, dal nome insolito, che, sin da quando ero bambina, a Foggia, rallegrava il Natale in famiglia con il suo sapore squisito

   Questi dolcissimi e leggerissimi dolcetti di pasta fritta, sono conosciuti anche in Emilia dove vengono chiamati “sfrappole”.  Pezzetti di nastro di sfoglia vengono “annodati”  buttati nell’olio bollente e subito tolti, così non rimane traccia dell’olio. Sono dolci favolosi anche se un poco lunghi da preparare (ndr

      PRESNITZ . Tempo di preparazione: un’ora e 3O minuti. Per 6/8 persone. Una Natale, ricette Presnitzconfezione di pastasfoglia surgelata da gr. 400, un tuorlo d’uovo, gr. 30 di burro. Per il ripieno: gr. 100 di noci, gr. 100 di mandorle, gr. 50 di pinoli, gr. 100 di cioccolato fondente, gr. 50 di canditi misti, gr. 30 di uvetta, mezzo bicchierino di rum, gr. 50 di zucchero, 2 chiodi di garofano, la scorza grattugiata di un limone, la scorza grattugiata di un’arancia.

    COME SI PREPARA Fate scongelare la pastasfoglia, poi tiratela con il mattarello in una sfoglia piuttosto sottile. Preparate il ripieno: macinate grossolanamente nel mixer il cioccolato fondente, le noci, le mandorle e i pinoli. A parte, mescolate insieme, in una terrina, lo zucchero, i chiodi di garofano macinati, l’ uvetta precedentemente ammollata nel rum e scolata, i canditi e le scorze degli agrumi grattugiate. Riunite i due composti e versate il preparato sulla sfoglia. Arrotolatela dal lato lungo in modo da ottenere un salame che ripiegherete poi a spirale. Pennellate il rotolo in superficie con il tuorlo sbattuto con il burro fuso. Passatelo in forno per 40 minuti a 180°.

     COME SI PRESENTA.  Sformate il presnitz quando avrà assunto un bel colore dorato e servitelo tiepido o freddo.

Elena Godina di Trieste: «Una delle tante varianti familiari del dolce tipico del Natale triestino