Secca o stizzosa, grassa o produttiva, disturbatrice del sonno degli adulti e bambini…che fastidio la tosse.

   Ma non dobbiamo sempre pensare alla tosse come solo un malanno… È prima dì tutto un meccanismo di difesa che le nostre vìe respiratorie (bronchi, faringe, laringe, trachea) mettono in atto quando i! muco (catarro) e/o i corpi estranei (fumo, polvere, cibo deglutito male,,,) le ostruiscono.

   È importante quindi non reprimere lo stimolo della tosse! Ma è ancor più importante non trascurarla, poiché può essere sintomo di problematiche più severe.

   Ai primi colpì di tosse, affidati a piante officinali dalle proprietà emollienti, espettoranti e balsamìche in grado di conferire sollievo e benessere alle prime vìe respiratorie!

    Puoi per esempio scegliere tra Mirto, Drosera e Grindelia, adatte sìa in presenza di tosse secca che di tosse grassa, oppure affidarti all’Eucalipto ai Verbasco e/o alla Menta che sono invece piante ricche in oli essenziali e quindi apprezzate per le loro proprietà fluidificanti, mucolitiche e balsamiche.

    Ma non dimenticare, soprattutto quando si tratta dì bambini, il “vecchio classico rimedio della nonna”: II Miele. Meglio se scuro, come per esempio quello di Eucalipto o di Castagno: oppure la Melata, tipo di miele piuttosto scuro, ricco di  elementi oligominerali. A confermarne l’efficacia, varie ricerche scientifiche tra cui uno studio in doppio-cieco, condotto su 105 bambini e ragazzi dai 2 ai 18 anni con tosse, che ha valutato, confermato ed evidenziato l ‘efficacia del miele che si ritiene sia dovuta ad un’azione meccanica ed emolliente esercitata sulla laringe e sulla faringe e legata alla sua viscosità, ma anche al suo contenuto in principi attivi dall’azione antimicrobìca, espettorante ed antiossidante..

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )