Strudel

Strudel: storia.

(Trentino-Alto Adige)

Nel 1891 Pellegrino Artusi, scrivendo La scienza in cucina e l’arte del mangiar bene, bollava lo Strudel come “un dolce di tedescheria” e rincarava così la dose: “Non vi sgomentate se questo dolce vi pare un intruglio nella sua composizione e se dopo cotto vi sembrerà qualche cosa di brutto come un’enorme sanguisuga, o un informe serpentaccio, perché poi al gusto vi piacerà”.

Bontà sua, ma forse era ancora troppo vivo il ricordo delle battaglie risorgimentali per incensare una specialità di origine austriaca.

Il termine Strudel, tradotto alla lettera in ‘vortice’, sottolinea la struttura di questo dolce involucro di pasta attorno a un ripieno di frutta e quant’altro, ma non lascia trapelare nulla delle sue vere origini.

 Molto probabilmente lo Strudel è una variante di un dolce ancor oggi molto comune in Turchia, la baclava, impasto di noci, frutta secca e pane, ammorbidito con un liquore piuttosto forte, avvolto in una sfoglia e cotto al forno.

Seguendo le conquiste dei Turchi, che arrivarono fin sotto le mura dli Vienna, questo filone dolce si diffuse prima nella penisola balcanica e poi in Ungheria, dove, nei due secoli di dominazione ottomana, cambiò nome e composizione con la fatidica aggiunta delle mele, ingrediente mitteleuropeo per eccellenza. In Alto Adige, lo Strudel è tutelato con marchio provinciale.

 

STRUDEL DI MELE: preparazione

Ingredienti pasta per strudel, 1 kg di mele,150 gr di zucchero semolate,120 gr di burro,120 gr di mollica di pane bianco leggermente raffermo, grattugiato, 100 gr di uvetta sultanina, 50 gr di mandorle o pinoli, un limone, cannella in polvere, zucchero a velo.

Preparazione

Scaldate il forno a 200°C. Sbucciate le mele e tagliatele a fettine molto sottili e possibilmente uguali. Stendetele poi su una tortiera e ponetele nel forno, già caldo, per 10 minuti quindi lasciatele raffreddare. Mettete l’uvetta a bagno in acqua tiepida per 10 minuti. Mescolate lo zucchero con un pizzico di cannella e tritate le mandorle.

Fate sciogliere 50 gr di burro, unitelo al pane grattugiato e fatelo tostare mescolando spesso. Sciogliete a parte il restante burro e scaldate di nuovo il forno a 190°C. Stendete la pasta, copritela con il pane rosolato, le mele, l’uvetta, le mandorle (o i pinoli), la scorza grattugiata del limone e tutto lo zucchero.

Avvolgete la pasta su se stessa poi ponete lo strudel sulla placca e infornatelo, lasciandolo cuocere per circa un’ora. A cottura ultimata spolverizzate con zucchero a velo.

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )