Sbalzi di temperatura, ecco come proteggersi

maltempo, pioggiaCon l’autunno il nostro organismo deve prepararsi ad affrontare le patologie che la rigida stagione invernale porta con sé quali influenza, raffreddore e bronchite.

È importante disintossicarsi e depurarsi dalle tossine aiutandosi con un’alimentazione corretta e con prodotti di fitoterapia ed erboristeria quali l’aloè vera, che ha azione antinfiammatoria sui tessuti e il tarassaco che agisce a livello epatico.

  Anche il benessere intestinale gioca un ruolo chiave nel funzionamento del nostro sistema immunitario contro la bassa temperatura, in quanto la flora intestinale è costituita da batteri che formano una barriera difensiva, aumentano la resistenza alle malattie e ostacolano lo sviluppo di microrganismi dannosi.

È consigliato assumere probiotici. Gli oligoelementi sono indispensabili per il buon funzionamento di diversi enzimi che regolano il metabolismo; per prevenire i malanni invernali i più indicati sono il manganese e il rame.

Sono presenti nel tè, nel vino rosso, nei cereali, in alcunaromi e spezie, nelle nocciole, nei legumi e nel cacao.

Come rinforzare il sistema immunitario

La bassa temperatura può essere affrontata anhe da una alimentazione integrata con lo zinco, elemento ad azione antiossidante che concorre al corretto funzionamento del sistema immunitario.

Per rinforzarlo la rosa canina, fonte di vitamina C, e il ribes nero, antinfiammatorio e immunostimolante, che come gemmoderivati possono essere assunti anche dai bambini a partire dai due anni di età.

L’echinacea angustifolia, in tintura madre o compresse, è utile sia in prevenzione che in trattamento delle sindromi influenzali; l’uncaria ha azione immunostimolante e antivirale, previene tonsilliti, faringiti e infezioni alle vie urinarie; l’astragalo potenzia le difese delle vie aeree superiori. Sempre per rinforzare il nostro sistema immunitario, da tenere in considerazione sia per gli adulti che per i bambini, il polline e la propoli, che grazie ai flavonoidi, hanno attività antivirale, antibatterica e immunostimolante

Alimenti ricchi di zinco difesa contro la bassa tempertura

Lo zinco fa parte di numerosissimi complessi enzimatici ed è necessario per il corretto funzionamento di molti ormoni, inclusa l’insulina, l’ormone della crescita e gli ormoni sessuali. L’organismo ne contiene nei muscoli, nei globuli rossi e in quelli bianchi, ma soprattutto negli organi.

Prodotti di origine animale

Le maggiori fonti di zinco alimentare sono i prodotti di origine animale come carne, pesce, crostacei, pollame, uova e latticini. I prodotti che incamerano maggiori quantità del metallo sono grano (germe e crusca) e altri semi amidacei come i legumi, oppure oleosi come il sesamo. Per citarne altri: semi di papavero, di erba medica, di sedano e di senape. Sono considerate fonti di zinco anche altri semi come: fagioli, noci, piselli, mandorle, cereali integrali, semi di zucca, semi di girasole e ribes nero. Da non trascurare anche le alghe marine, i cereali fortificati, cibi derivati a base di soia ecc.

Le nostre notizie hanno carattere esclusivamente informativo. Per ogni problema di salute, si consiglia rivolgersi al medico di famiglia e non affidarsi al “fai da te”.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )