cibo italiano

iniziativa di  salute: 5 porzioni al giorno di frutta  verdura- Anche piccole

La campagna di educazione alimentare “5 porzioni al giorno” è stata inaugurata in Germania nel maggio 2000, sotto il patrocinio del Ministero federale tedesco per la tutela della salute dei consumatori e dell’agricoltura. Alla iniziativa hanno aderito numerose organizzazioni Europee e mondiali.

Lo slogan si riferisce alle cinque porzioni di frutta e ortaggi che si dovrebbero consumare quotidianamente. Obiettivo dell’iniziativa è quello di correggere le abitudini alimentari e di acquisto della popolazione, attraverso la promozione e il consolidamento di comportamenti salutari e positivi.

Qualè la considerazione di partenza?

Gli esperti di alimentazione sono concordi: frutta e ortaggi arrivano troppo di rado sulla tavola da pranzo! La conseguenza è uno stato di salute carente di vitamine e minerali della popolazione. Le organizzazioni di tutela della salute, in collaborazione con i partner economici, con l’iniziativa intendono sensibilizzare le persone ad un consumo maggiore e regolare di frutta e ortaggi, allo scopo di migliorare in modo permanente lo stato di salute dei cittadini, in particolare è necessario insistere sul fatto che non basta mangiare un poco di frutta o ortaggi ogni tanto, ma occorre un consumo regolare e continuativo di frutta e verdura. Non grandi quantità: sono sufficienti pochi etti al giorno.

Un esempio di successo

Negli Stati Uniti, la campagna “5-a-day” è stata avviata dal National Cancer Institute agli inizi degli anni ’90 e ha già fatto registrare un primo importante risultato: l’incidenza del cancro intestinale, la seconda forma tumorale per numero di decessi nei paesi industrializzati, è in regresso.

5 manciate al giorno

Non occorre pesare nulla, né osservare regole o limitazioni particolari. Basta consumare cinque volte al giorno un poco di frutta o di verdura. La quantità si misura appunto in manciate e dunque è variabile: un po’ di meno per i bambini, un po’ di più per gli adulti. In questo modo si arriva ad assumere ogni giorno dai 600 agli 800 grammi tra frutta e ortaggi. Scegliete la frutta e la verdura che più vi piacciono. Due  o tre porzioni di frutta potrebbero venire regolarmente consumat come spuntino tra i pasti principali o nel Musli della colazione o frullata. Va bene qualunque tipo di frutta: una mela, una pera o una banana, una manciata di fragole o di uva. Va bene anche frutta secca. Se preferite, potete bere un bicchiere di succo di frutta di stagione, meglio se appena spremuto, Tutto ciò contribuisce a equilibrare la dieta quotidiana. La scelta spetta a voi. Rimangono le due porzioni di ortaggi quotidiane: non farsi i mai mancare una insalata o  contorno di verdura sia a pranzo che a cena, oppure inserire nel menu giornaliero un piatto di crudità. In alternativa si può optare per un succo di pomodoro o di carota, ricordando che 200 ml di succo corrispondono all’inarca a una delle nostre porzioni.

Un regime alimentare corretto…

è importante anche per i bambini e gli anziani. Magari addentare una bella mela non è del tutto raccomandabile per chi porta una protesi dentaria, esistono però tante altre possibilità di assumere frutta e ortaggi in una forma comoda e digeribile: minestre, composte e marmellate, macedonie, spremute o centrifughe. Frutta e verdura non sono quasi mai in cima alla classifica degli alimenti preferiti dai bambini. In questo caso occorre lavorare di fantasia, aggiungendo un po’ di verdura al sugo di pomodoro che condisce gli spaghetti, oppure tagliando la carota, il peperone o il finocchio a strisce sottili che i bambini piluccano quasi senza accorgersene. Anche una macedonia o un frullato possono essere più invitanti di un frutto intero. Vale comunque la regola di sempre: i bambini seguono l’esempio degli adulti.

Oltre 250 studi compiuti in varie parti del mondo, hanno dimostrato che una dieta ricca di vegetali riduce del 30-40% la probabilità di contrarre tumori.

Frutta e verdura contengono numerose sostanze indispensabili per la nostra salute, come le vitamine e i minerali. In particolare le vitamine C e E e la provitamina A (antiossidante] svolgono un’azione protettiva sulle cellule e prevengono il cancro e l’arteriosclerosi. Gli alimenti vegetali contengono inoltre una sene di sostanze secondane che, grazie alle loro proprietà terapeutiche, possono dare vari benefici: rafforzamento del sistema immunitario, regolazione della pressione sanguigna, nonché del tasso di colesterolo e di zucchero nei sangue, prevenzione delle affezioni cardiocircolatorie.

Nessun integratore di vitamine o di minerali può sostituire la frutta e la verdura! La salute vostra e dei vostri figli dipende anche da voi.

Fate della forza dell’abitudine il vostro punto di forza. Osservando la regola delle “5 porzioni al giorno” di frutta e verdura, vi abituerete al nuovo regime alimentare e presto non potrete più farne a meno. Anche evitare alcool e fumo e fare ogni giorno un po’ di moto sono buone abitudini che aiutano a stare meglio. Prima si comincia a mangiar sano, meglio è: i comportamenti alimentari e, più in generale, lo stile di vita di una persona, si formano sin dall’infanzia. Infine, ricordate che i peccati di gola si pagano nel tempo e che i danni causati da un’alimentazione scorretta possono purtroppo manifestarsi anche dopo 20-30 anni.

www.5amtag.de Progetto cofinanziato dai Ministero delle Attività Produttive

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )