Ricetta del “Gran Bollito alla Bolognese”

 

Gran Bollito misto bolognese     Ingredienti: un buon bollito, deve prevedere la presenza di un misto di carni. Carni di manzo: formato e scelto tra la “copertina”, la “fallata”, la “polpa” e il “girello di spalla”; inoltre deve essere presente della carne con parti gommose e carne a fibra lunga: il “doppione”, la “punta di petto”, la “culatta”; Carni di vitello: la “testina”, lo “zampetto”, che può’ essere anche di maiale, la “punta di vitello”, il “codone” e la “lingua”, che possono essere indifferentemente di manzo o di vitello; il cappone, il cotechino e lo zampone.

     Il carrello, dove vengono tenuti in caldo e serviti i “Bolliti”, è uno dei massimi piaceri sia per il palato sia  per l’occhio che il cultore della specialità culinaria petroniana può provare, men­tre si estrae dal brodo fumante, in cui riposano i vari tipi e pezzi di carne, per tagliarli preparando il ricco piatto che sarà accompagnato da un secondo piatto, dove a scelta e secondo il personale gusto saranno collocate le salse che devono accompagnare  il boccone di carne.      La grande varietà di carni e l’altrettanto grande scelta di salse, mostarde e contorni, è ciò che caratterizza il bollito misto bolognese: la classica salsa verde, la salsa verde con cipolla, la salsa rossa con peperone, la mostarda di mele cotogne, la mostarda di frutta alla senape, i fagioloni bianchi in umido, le cipolline in agro dolce, il purè di patate, gli spinaci al burro, le carote e le patate bollite ed infine l’immancabile “friggione”.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )