Il primo appuntamento dal dentista

  Segue:  Doveroso curare i denti fin dalla prima infanzia”.  Se non si sono verificati problemi prima, a sei anni è buona norma programmare una visita ortodontica, per la salute della bocca, della masticazione e per la prevenzione di alcune patologie quali cefalee, difetti di postura, respirazione     I genitori giustamente si chiedono, a che età è consigliabile portare il bambino dall’ortodontista. In realtà l’invio avviene da parte del pediatra, oppure, non è raro che sia la famiglia stessa che, percependo l’esistenza del problema, magari preoccupata per l’aspetto del volto del piccolo, lo consulta o addirittura anticipa l’intervento

    Bambino dal dentistaLa maggior parte della letteratura in materia ritiene che l’età migliore per una visita sia intorno ai sei o sette anni: è più semplice intervenire su un osso più tenero, modellabile, per di più in quest’epoca potrebbero essere scoperte condizioni che, se trattate subito, sono facilmente correggibili; ciò minimizza o elimina del tutto la necessità, in un secondo momento di un trattamento ortodontico più complesso e può inoltre rappresentare un notevole risparmio nel costo totale.

    Ogni tipo di mal-occlusione comporta un diverso approccio terapeutico, qualche volta è necessario rimuovere alcuni denti per lasciare lo spazio adeguato agli altri; altre volte si utilizzano, come noto, gli “apparecchi” che hanno caratteristiche diverse per correggere le diverse anomalie, per esempio allargare il palato con stimolazioni meccaniche artificiali, che sostituiscono la stimolazione di una vigorosa masticazione. Qualunque tipo di apparecchio si utilizzi è necessario mantenere elevata l’attenzione sulla pulizia della bocca perché tutti i ferri, elastici, viti ed altri materiali “estranei” possono favorire la presenza di batteri con il rischio di infezioni, talvolta gravi. Ci sono, comunque, dei tempi consigliati per le diverse situazioni.

    Ci sono poi, due altre variabili di cui tener conto, che sono la gravità del difetto e il sesso (le femmine maturano, anche la dentatura, almeno un anno prima dei maschi).

Ma è importante recarsi dal dentista prima dei sei anni, se l’attenzione dei genitori ha scoperto  problemi alla dentizione o carie,  altrimenti la mandibola continua a crescere con eventuali difetti. Anche per le asimmetrie di sviluppo, il cosiddetto “morso incrociato”, dove in genere il com­baciamento delle due arcate dentali non è corretto da un lato perché il palato è stretto, conviene intervenire presto per non lasciar peggiorare la deformità.    Ci sono condizioni per le quali bisogna intervenire comunque, presto, a qualunque età.. Per esempio i disturbi importanti della respirazione nel sonno con le apnee notturne. Iniziare prima non vuol dire necessariamente anche finire prima, dato che l’intervento ortodontico, o almeno il controllo costante da parte del medico, deve essere mantenuto fino a dentizione matura. In fin dei conti da un sorriso nasce sempre un altro sorriso, capacità innata e contagiosa. E quale regalo più bello possono donare i genitori al proprio figlio se non un sorriso… in perfetta forma?!

Prenota una visita quando…. il bimbo sorride e non riuscite a vedere i denti inferiori perché totalmente nascosti da quelli superiori; …. chiude la bocca e i denti superiori sono all’interno di quelli inferiori  da tutte e due i lati; … chiude la bocca e  i denti superiori di un lato sono all’interno di quelli inferiori;   il bimbo sorride e i denti superiori sono molto più sporgenti di quelli inferiori; … sorride e gli incisivi inferiori sporgono in avanti oltre gli incisivi superiori

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )