Perché mangiare i prodotti di stagione con le ricette della salute L’estate è finita, le giornate si accorciano, le temperature si abbassano sempre di più. Ecco come prevenire raffreddori, influenze e mal di schiena con frutta e verdura di stagione. La natura fornisce sempre i nutrienti migliori per affrontare i cambi di stagione, infatti l’autunno ci porta prodotti ricchi di vitamine e antiossidanti, come  zucche, cavoli, melanzane, castagne, patate, barbabietole, agrumi, uva, pere, mele, melagrane e kiwi.

 frutta secca Tutti questi preziosi alimenti garantiscono al nostro organismo il giusto apporto di vitamine, fibre e minerali necessari per rinforzare il sistema immunitario. Insomma, di prodotti buoni e sani di questa stagione ce n’è davvero per ogni gusto, quindi cerchiamo di approfittarne il più possibile! Le linee guida, nazionali e internazionali, ci consigliano di consumare 5 ricche e gustose porzioni di frutta e verdura quotidianamen­te, più o meno corrispondono ad un totale di 800g, oltre a questi, 30g, devono esser di frutta secca.

La frutta secca è vera alleata della nostra salute perché considerata oramai a livello scientifico internazionale, famiglia che racchiude alimenti preziosi e indispensabili per fare prevenzione, veri e propri paladini ricchi di proprietà funzio­nali.

  E’ consigliabile che la frutta secca e quella disidratata siano presenti nelle colazioni, spuntini, primi e secondi piatti e nei dolci! Apportano vitamine, sali minerali e una quantità di altre sostanze essenziali per le reazioni metaboliche, la crescita e per mantenere efficiente il nostro organismo, ma soprattutto ci regala fibre, proteine, grassi buoni! In poche parole, possiamo definirla un insieme di “piccoli e gustosi integratori naturali”.

  Sotto quattro svelte Ricette della Salute consigli. “funzionali” e suggerimenti dello chef Marco Bianchi, per gustare e cucinare la frutta secca al meglio, in ogni occasione e momento della giornata.

    Barchette di indivia Ingredienti per 4 persone:

2 mazzetti di Insalata indivia (belga) – 80g di noci sgusciate – 10 fili di erba cipollina 250g di/età – 4 cucchiai olio oliva evo – 1 limone – pepe nero

Siete afflitti dalla classica spossatezza da cambio di stagione? Nessun problema, Madre Natura arriva in nostro aiuto: con bombe di energia, le noci, ricche di magnesio, potassio, fosforo, contengono anche ferro calcio, fluoro, rame e zinco. Inoltre, per il 60 % sono composte di grassi, quasi tutti buoni: acido oleico, ma anche Omega-3 e Omega-6. Possono aiutare a contrastare l’ipercolesterolemia, sono ricche di antiossidanti e di vitamina E, offrono un aiuto contro l’invecchiamento cellulare e della pelle. Contengono inulina, una fibra solubile che facilita la digestione e riduce al minimo i gas intestinali prodotti, oltre ad essere ottimo “cibo” per i batteri buoni del nostro intestino. Ancora non basta? Se soffrite di insonnia, sappiate che le noci contengono triptofano, un aminoacido necessario alla produzione di serotonina, sostanza importante per facilitare e mantenere il sonno.

Preparazione. Preparare, come prima sesa, la mousse frullando la feta insieme al succo di mezzo limone e all’erba cipollina tritata finemente. Mentre si monta la crema, aggiungere a filo l’olio evo. Sfogliare l’insalata indivia conservando le foglie più interne e pulite.

Adagiatele sul piatto e riempire le foglie con uno strato di crema di feta, noci sbriciolate e qualche goccia di limone e pepe.

   Pane al vapore con noci e uva Ingredienti: 250g di farina di tipo 1 – 50g di farina di grano saraceno – 1 cubetto di lievito circa 200ml di acqua 200g di uva disidratata 150gdi noci – sale – olio evo

Uno studio pubblicato sul «Journal of thè International Society of Sport Nutrition» ha mostrato che giovani corridori di età compresa tra i venti e i trent’anni ottengono le medesime prestazioni in pista, che si affidino per l’integrazione sia alle barrette energetiche come all’uvetta. Questo perché l’uvetta è energia allo stato puro. L’uvetta non solo è un vero e proprio concentrato di zuccheri, ma contiene anche fibre, calcio e acido oleanolico (un potente antinfiammatorio) oltre che potassio, calcio e fosforo. Grazie ai fìtonutrienti possiede un naturale antinfiammatorio e antiossidante.

Preparazione Mescolare insieme le due farine quindi aggiungere sale e l’acqua con il lievito disciolto. Aggiungere 3 cucchiai di olio e quindi impastare bene. Lasciare riposare l’impasto ottenuto per circa 20 minuti in luogo caldo e umido. Tritare le noci a coltello quindi unirle all’uvetta e, terminato il tempo di riposo dell’impasto, aggiungerle impastando in continuazione. Dividere l’impasto in una decina di palline e quindi far lievitare per circa 2 ore in un luogo umido e con temperatura costante, preferibilmente direttamente sulla teglia del forno. Cuocere in forno a vapore (100 gradi) o all’interno dei cestelli di bamboo per circa 10 minuti. Servire caldi, magari accompagnandoli a formaggi freschi di capra.latte da bere sempre

 

   VIA LIBERA ALLA FANTASIA Prugne disidratate e gocce di cioccolato, noci e pezzetti di pera, latte al posto dell’acqua, albicocche disidratate e cocco grattugiato. Sono tutte proposte per rendere i momenti a tavola, appetitosi e ricchi di gusto.

     Biscotti allo zenzero. Ingredienti: 120g di farina di tipo 1 – 80g di farina integrale – 20g di frumina

80g di mandorle sgusciate 50g di zucchero integrale di canna – 150g di zenzero disidratato 80ml di olio di mais – 40/60ml di latte di soia

Tritate le mandorle e lo zenzero candito. Potete scegliere di farlo sia con un coltello sia con un piccolo tritatutto (attenzione a non creare una poltiglia, basteranno pochi colpi a intermittenza). Mischiate tutti gli ingredienti secchi in una ciotola capiente (farine, frumina, mandorle, zenzero, zucchero). Unite l’olio e il latte e lavorate energicamente il composto. Quando sarà omogeneo e compatto, dategli la forma di una palla, avvolgetelo con la pellicola trasparente e lasciatelo riposare al fresco per 30 minuti circa. Non deve esser morbido quindi regolatevi con il latte: aggiungetelo poco per volta (ogni farina integrale ha un assorbimento differente in base alla crusca che contiene!). Trascorso questo tempo, stendete la pasta allo spessore di circa 0,5 cm (non meno) e, con dei coppapasta, ritagliate i biscotti. Disponeteli su una teglia foderata con carta forno e infornateli a 170° per circa 15-20 minuti.

    Riso nero con noci e lenticchie Ingredienti per 4 persone: 320gdi riso nero – 50g di noci 1 limone biologico – 150g di lenticchie secche piccole 6 cucchiai di olio evo – 1 foglia di alloro – 1 rametto di rosmarino – sale pepe

   La frutta secca svolge azione di prevenzione nei confronti di cardiopatie e aterosclerosi grazie all’arginina, un aminoacido essenziale per il funzionamento dell’endotelio vascolare.

Preparazione Lessare le lenticchie in acqua e alloro, ci vorranno circa 20 minuti. Raffreddarle e scolarle. Nel frattempo cuocere il riso nero nel doppio del suo volume di acqua con un rametto di rosmarino. Per circa 320g. .-di riso occorrono 600ml di acqua. Tritare le noci a coltello quindi unirle alle lenticchie lessate, condire con olio evo, sale, pepe, succo e scorza di limone grattugiata. Condire il riso con quanto preparato e completare il piatto con altra scorza di limone.

Fonte Corofor Salute

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )