Mangiare frutta e ortaggi  è importante principalmente perché previene quelle che vengono comunemente chiamate “malattie del benessere”: ipertensione, obesità, diabete, gotta, eccesso di colesterolo etc. Una sana dieta alimentare deve, pertanto, prevedere al primo posto il consumo di ortaggi e di frutta fresca.

cestodi frutta e verdura

Perché? Ecco alcuni motivi per chi ne vuole sapere di più:

Quasi tutte le vitamine si trovano in grandi quantità nell’ortofrutta. Esse agiscono come antiossidanti dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare, ed entrano nei processi biochimici e di sintesi dell’organismo umano.

Quelle liposolubili sono negli alimenti grassi quali oli vegetali, latticini e derivati, oltre che nella parte grassa delle carni e dei pesci. Le vitamine idrosolubili, invece, che sono la maggioranza (C – B1 – B2 – PP – B5 – B6 – B12 -Acido Eolico – H), si trovano prevalentemente nella frutta, negli ortaggi, nei cereali e nei legumi.

Le vitamine

La più comune e conosciuta, la vitamina C (o acido ascorbico) è ben presente nelle arance, nei limoni, nei mandarmi, nei kiwi, nelle patate, nelle fragole, nei meloni, nei pomodori e in tutti i vegetali a foglia verde; si ritiene che questa vitamina concorra alla prevenzione del cancro allo stomaco inibendo la formazione di nitrosamine.

La vitamina B1 si trova nelle uve, nelle arance, nelle mele e nelle susine, ma anche negli spinaci, nei cavoli, nei carciofi, nei peperoni e negli asparagi.

Tutti gli agrumi, gli spinaci, i cavoli, le rape, i prezzemoli, le carote e le patate sono ricchi di vitamina A (retinolo], mentre le noci, il riso integrale, le zucche e la frutta a polpa gialla (pesche, albicocche, susine etc) sono ricche di vitamina E (tocoferoli, potenti antiossidanti cellulari).

La vitamina D è presente nei cavolfiori, nei broccoli, nei pomodori, nelle zucche; è epitelio-protettiva e fondamentale per il ricambio cellulare. Nelle carote, nei peperoni gialli e rossi, nelle fragole, nelle ciliegie e in tutti gli altri frutti e ortaggi la quantità di vitamine è davvero enorme.

Nell’ortofrutta troviamo una miniera di sali minerali che hanno funzione protettiva e regolano anch’essi tutte le attività biochimiche dell’organismo; i più importanti sono il calcio, il fosforo, il

ferro, il sodio.

Fondamentali microelementi

Ma si trovano anche fondamentali microelementi quali il rame, lo zinco, il selenio, lo iodio, ai quali va attribuita anche una azione antiossidante.

La fibra contenuta nell’ortofrutta inoltre, agevola la peristalsi intestinale e svolge un’azione saziante rispetto a chi, durante la giornata, sente spesso i morsi della fame (o la voglia di mangiare!).

La fibra, inoltre, aumentando la peristalsi intestinale, aiuta l’organismo ad allontanare tossine ed elementi indesiderabili per l’apparato digerente, mentre gli acidi organici, contenuti quasi esclusivamente nella frutta, svolgono per l’organismo un’importante azione depurativa, oltre ad entrare nelle reazioni che danno vita al nucleo cellulare ed alla fissazione dei sali minerali.

II consumo di ortofrutta infine, è alimento importante anche per “mantenere la linea”, in quanto è generalmente molto scarso l’apporto energetico

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )