Menù calibrato con finale al cioccolato

crepes al cioccolato

Volete godervi senza rimorsi una cena raffinata che si conclude con un sontuoso dessert di cioccolato? Nessun problema: La Salute bolle in pentola ha studiato un menù “calibrato” in cui il totale delle calorie non supera quelle “permesse”. Quindi se una sera avete voglia di concedervi, senza alcun rimorso, un “dolcissimo finale”: basterà che sappiate calibrare tutto il resto.

In poche parole, è sufficiente che a un sontuoso dessert, dove il cioccolato potrà essere il grande protagonista, faccia da contraltare un menù perfettamente calibrato, nel quale le calorie del primo, del secondo e del contorno, siano a un livello così basso che, sommate a quelle del dessert, diano il risultato ideale e non superino il totale delle calorie permesse quotidianamente.

Con un po’ di creatività gastronomica possiamo mettere in tavola una cena che cominci in leggerezza con la soffice e lieve crema di asparagi!, continuando con il piatto centrale di arrosti in cui alla quasi mancanza di condimento, supplisce lo straordinario profumo delle erbe aromatiche, “sostenuto” da “un niente” sul piatto: ovvero un contorno estremamente inconsistente anche se piacevole da vedersi e da gustare.

E a questo punto, ecco il gran dessert al cioccolato che concluderà in bellezza e soprattutto in allegria la vostra cena. 

Ecco le nostre proposte di menu calibrato.

Vellutata di asparagi

Tempo 40 MINUTI, CALORIE: 295 a testa, difficoltà facile

OCCORRENTE PER 4 PERSONE, kg 1 di asparagi verdi, g 40 di burro, g 20 di farina, mezzo litro di latte magro, 2, cucchiai di olio, prezzemolo, sale

Come si prepara

Mondate gli asparagi, privandoli della parte dura del gambo e raccoglieteli a mazzetti. Legateli con refe da cucina e immergeteli in piedi, in una casseruola alta e stretta contenente acqua bollente salata, lasciando le punte fuori dall’acqua. Cuoceteli per 15 minuti.

Nel frattempo, fate sciogliere in una casseruola 20 grammi di burro, stemperatevi dentro la farina e diluite lentamente con 4 dl di latte caldo; salate e, sempre mescolando, cuocete la salsa per 10 minuti. Lasciate poi la salsa coperta, in attesa, mentre procedete alla preparazione degli asparagi.

Staccate agli asparagi cotti una dozzina di punte, lunghe circa 7-8 cm, che vi serviranno per decorare. Tagliate il resto a pezzetti e fate saltare gli asparagi in una padella con il burro rimasto, per qualche minuto. Poi passateli al setaccio, o trasferiteli nel bicchiere del frullatore, e riduceteli in purè unendo un filo di latte. Incorporate il passato di asparagi alla salsa, mescolando bene e regolando di sale. Se il composto fosse un po’ troppo denso, allentatelo con un filo di latte.

A fuoco bassissimo fate scaldare la vellutata e, intanto, fate insaporire nel burro rimasto le punte di asparagi tenute da parte.

Come si presenta Suddividete la vellutata in fondine, preferibilmente calde, e adagiate su ogni porzione 4 punte di asparagi, in parte affondate nella vellutata e in parte adagiate sul bordo del piatto. Decorate con ciuffetti di prezzemolo.

Insalata mimosa

Tempo: 25 MINUTI, calorie: 155 a testa

Occorrente per 4 persone, 2 bei cespi di insalatina riccia, 2 uova sode, il succo di mezzo limone, un cucchiaino di pasta d’acciughe, 4 cucchiai di olio, sale, pepe

Come si prepara

Eliminate le foglie esterne dell’insalata, lavate e sgrondate bene quelle dei cuori e mettetele in un’insalatiera. Sgusciate le uova sode ed estraete i tuorli, tritandoli grossolanamente. Diluite la pasta d’acciughe con il succo di limone, unite una presina di sale, una macinata di pepe e l’olio.

Come si presenta Condite l’insalata con la salsa e decoratela con la mimosa d’uovo.

 

Arrosti misti

Tempo, 2 ore, calorie: 446 a testa

OCCORRENTE PER 4 PERSONE, g 600 di roast beef di manzo, 2 uova sode, g 600 di noce di vitello, un cucchiaio di, aromi misti per arrosto, 2 cucchiai di erbe aromatiche fresche, tritate (rosmarino, salvia, cerfoglio), 1 spicchio di aglio, olio, brodo, vino bianco, farina, sale, pepe

Come si prepara

Steccate la noce di vitello con lamelle di aglio e rotolatela nelle erbe fresche. Pepatela e mettetela in una casseruola. Spolverizzate il roast beef con pepe e strofinatelo con gli aromi in polvere: mettetelo in un’altra casseruola, irroratelo con un filo di olio e fatelo dorare. Spruzzatelo di vino bianco e cuocetelo per un’ora e 15, unendo un po’ di bro­do.

A 2 terzi di cottura del vitello fate dorare anche il roast beef, spruzzatelo di vino e cuocetelo a fuoco medio per circa 25 minuti. Regolate tutto di sale.

Come si presenta. Affettate le 2 carni e servitele con una salsa ottenuta con i fondi di cottura deglassati con mezzo bicchiere di vino bianco, un cucchiaio di farina e un po’ di brodo.

Crèpes al cioccolato

Tempo 30 MINUTI, calorie: 341 a testa

Occorrente per 4 persone, 3 uova, un bicchiere di latte, 2 cucchiai di farina, g 1 20 di cioccolato fondente da copertura, 3 cucchiai di zucchero, burro una presina di sale

*IL TRUCCO PERCHÉ RIESCA

Quando versate la pastella nel padellino ruotatelo veloci in tutti i sensi: la crepe avrà così uno spessore uniforme.

 

Come si prepara

Diluite la farina con il latte e unitela a 2 uova sbattute con il sale e un cucchiaio di zucchero. Ungete e scaldate un padellino da crépes: versatevi un mestolino di pastella e cuocete una crèpe.

 Così  preparatene altre 7. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, poi unite 15 grammi di burro. Sbattete il tuorlo rimasto con lo zucchero e incorporatevi il cioccolato.

Come si presenta Farcite la crèpe con 2 cucchiai di crema di cioccolato e chiudetela a fagottino

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )