Cosè il Caffè

caffè e brioche

Il caffè appartiene al gruppo degli alimenti cosiddetti «nervini», i quali, pur non contenendo principi nutritivi importanti (proteine, grassi, zuccheri), integrano l’alimentazione provocando una stimolazione utile all’attività fisica e intellettuale. Ciò è dovuto alla caffeina, ma è bene tener presente che nel caffè vi sono numerose altre sostanze.

Così come il vino non è soltanto alcool, il caffè non è solo caffeina. Per esempio, nella fase di torrefazione si formano i cosiddetti olii essenziali, i quali, data la loro diversa struttura chimica, provocano varie reazioni nel nostro organismo, che possono anche neutralizzare l’azione stimolante della caffeina.

Poi vi sono diversi acidi organici (clorogenico, piruvico, ossalico, malico, citrico), piccole frazioni di sostanze grasse, sali minerali, lenendo conto della diversa struttura costituzionale che presenta ogni organismo umano, e il fatto che non tutte le tazzine hanno analoga composizione, non è possibile stabilire una regola generale in merito al numero di tazzine di caffè che si possono prendere durante il giorno.

Comunque, per mantenere una buona salute, è prudente non superare le 3-4 tazzine. La caffeina infatti è presente anche nel té, nel cioccolato, nelle bevande a base di cola, in alcune medicine (analgesici).

Per avere la garanzia di ingerire meno caffeina, bisogna ricorrere al caffè decaffeinato. Non serve invece gustare il caffè «lungo», «macchiato», il «cappuccino». Il latte, inoltre, non possiede alcun potere di neutralizzare la caffeina.

L’uso del caffè è sconsigliato ai bambini, ai soggetti facilmente irritabili, alle persone che hanno un’aumentata secrezione e motilità gastrica come gli ulcerosi, ai coronaropatici, agli ipertesi.

Un particolare interessante: il caffè non da calorie.

Gelato di mandorle con crema al caffè

gelato al caffè

Ingredienti per 4 persone: gr. 50 di mandorle dolci, 3 mandorle amare, mezzo litro di latte, 4 tuorli d’uovo, gr. 200 di zucchero, mezza bustina di vaniglina. Per la crema: gr. 150 di caffè macinato, 5 tuorli, gr. 200 di zucchero, un cucchiaio di fecola di patate, gr. 25 di burro.

Tempo di preparazione: un’ora

Come si preparaScottate le mandorle in acqua bollente, sbucciatele e pestatele nel mortaio con 2 cucchiai d’ acqua. Portate il latte ad ebollizione, versate le mandorle pestate e la vaniglina e lasciate in infusione per mezz’ora.

Sbattete i tuorli con lo zucchero, versate il latte poco alla volta e cuocete a bagnomaria. Lasciate raffreddare, poi trasferite il composto nella gelatiera. Intanto fate la crema al caffè: preparate il caffè con il caffè macinato e di. 4 d’acqua. In un casseruolino lavorate i tuorli con lo zucchero, finché appariranno bianchi.

Aggiungete la fecola di patate, il burro fuso e infine il caffè caldo, versato poco alla volta. Cuocete la crema su fuoco medio, continuando a mescolare fino a giusta consistenza.

Come si presenta -Disponete in una coppa il gelato e sopra fate colare la crema al caffè.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )