Mamme più attente alla salute dei figli. 4 ricette salutari per le feste

 Le mamme, ai fornelli sono sempre più attente all’alimentazione salutare dei loro figli.  

mamma e bimbi in cucnaLo yogurt con i cereali a pranzo, il frutto a merenda, la rinuncia a cibi poco salutari. Oggi, a questo prosito, i nostri piccoli sono più fortunati di quelli di un tempo perché hanno la possibilità di fare prevenzione da subito attraverso quello che mangiano e, grazie a un’alimentazione più consapevole, nei primi due anni della loro vita si crea la memoria cellulare di quello che mangiano.  Ma tutti, anche gli adulti possono correggere, anzi “resettare” l’eventuale danno provocato da alimentazioni sbagliate.

  Prima regola? Imparare a muoversi quotidianamente. Il movimento, con attività aerobica  piu intensa possibile, è la giusta formula per fare una energica prevenzione cardiovascolare e anche oncologica. Resettarsi vuoi dire anche imparare a introdurre per 7 pasti su 14 alla settimana cereali integrali (la scelta è vasta) e tra i 500 e i 700 grammi di frutta e verdura al giorno (una mela è 150-200 grammi, quindi non è difficile!).

Frutta e verdura, ad esempio, possono essere anche frullate con miele o altri dolcificanti naturali, per una migliore e più facile assimilazione, meglio con l’aggiunta di una spremuta di limone. Ovviamente occorre stare attenti allo stile di vita, inteso come consumo di alcol e fumo. Infine, introdurre il più possibile acqua”. Ecco di seguito quattro  ricette “autunnali linea con scelte dietetiche salutari.

  Nessun alimento può essere considerato veleno” in assoluto, la differenza la fanno sempre la sua quantità, la sua qualità. E’ la “soggettività” di ognuno di noi.

Feste leggere

 Il Natale con feste associate, che già si vede all’orizzonte non più tanto lontano, è un periodo magico, ma non per la linea! I dati parlano chiaro: tra panettoni, bambina mangia yogurtcotechini e capponi ripieni, si calcola che siano a nostra disposizione dalle 600 alle mille calorie in più al giorno. Che si trasformano in uno o due chili di troppo dopo la Befana.

Come conciliare l’attenzione per la linea con le ghiotte tentazioni delle Feste? I consigli di Marco Bianchi divulgatore scientifico per la Fondazione Veronesi.

 Quali sono gli accorgimenti da adottare ai fornelli per “alleggerire” i piatti delle Feste?

«Innanzitutto ridurre il sale, abbondare nell’uso delle spezie ed evitare di soffriggere tutto quello che cuciniamo: il soffritto rende i piatti più difficili da digerire.

 Impariamo a stufare, aggiungendo magari olio a crudo alla fine. Meglio inoltre cuocere i carboidrati al dente e raffreddarli sotto l’acqua per evitare l’emissione degli amidi: la pasta così è molto più digeribile. Preferire infine il pesce a carne, affettati e insaccati: è più leggero e fa bene alla salute».

 Per i brindisi:  alternative naturali e gustose all’alcol.

«Succo di melagrana o succo di mirtillo (sono perfetti anche da combinare assieme!). Ma un buon bicchiere di vino rosso bio con una quota ridotta di solfiti è comunque ottimo per il brindisi: permette di regolare la melatonina, ormone prodotto da! cervello, che è il nostro orologio biologico».

L’importanza dell’attività fisica associata a una corretta nutrizione anche per le FESTE

«Sport e movimento sono fondamentali per compensare il maggior apporto calorico elevando il dispendio energetico quotidiano e facilitano anche la digestione. Resistere alla tentazione di crollare in letargo sul divano e approfittare di questi giorni di vacanza per passeggiare all’aria aperta, andare in bicicletta e, per chi può, fare dei week-end in  campagna».

Antipasto di zucca vellutato e aromatizzato

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di zucca mantovana, 4 cucchiani di olio extravergine, 1 punta di cucchiaio di zenzero, 1 punta di cucchiaio di cannella, 1 punta di cucchiaio di noce moscata, 1 vasetto di yogurt

greco magro, sale, pepe

 Pulite la zucca e tagliatela a pezzi, anche grossi. Lessatela in acqua salata e scolatela bene. Passatela quindi al mixer con lo yogurt greco, l’olio extravergine di oliva, il sale e le spezie. Servite la mousse tiepida, dopo averla leggermente pepata… sarà squisita!

Lasagne con carciofi, fagiolini e funghi

Ingredienti per 6/8 persone:

750 g di fogli di pasta sfoglia di semola di grano duro senza uova integrale per lasagne, 750 g di cuori di carciofo, 450 g di fagiolini verdi, 350 g di funghi chiodini, 2 spicchi di aglio, 1,5 cucchiai di amido di mais, 6 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale q.b. pepe nero maci­nato q.b., 1 I di latte di soia non zuccherato, 60 g di olio extravergine di oliva delicato, 80 g di farina integrale di kamut, sale, pepe, noce moscata

Sbollentate 750 g di fogli di pasta sfoglia, facendo at­tenzione a non farli attaccare tra di loro, quindi immer­geteli in acqua fredda. Lessate tutta la verdura, quindi saltatela in padella con olio, aglio e funghi. Nel frat­tempo, in una casseruola, versate il latte di soia, l’olio, la farina di kamut, la noce moscata (a piacere), il pepe < continuando a mescolare con una frusta da pasticceria, attendete che il composto giunga a bollore, quindi fate sobbollire per 3-4 minuti, giusto il tempo che raggiunga’ la consistenza desiderata. Dopo che i funghi si sono un poco ammorbiditi, aggiungete sale e pepe. Formate la lasagna alternando i fogli di pasta a strati di besciamella e verdure saltate. In­fornate a 180-200° per 20 minuti. Condite con un filo di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e tanto pepe.cucchiaio di cannella, 1 punta di cucchiaio di noce moscata, 1 vasetto di yogurt greco magro, sale, pepe

 Pulite la zucca e tagliatela a pezzi, anche grossi. Lessatela in acqua salata e scolatela bene. Passatela quindi al mixer con lo yogurt greco, l’olio extravergine di oliva, il sale e le spezie. Servite la mousse tiepida, dopo averla leggermente pepata… sarà squisita!

Polpette di borlotti, tonno e semi di chia

400 g di fagioli borlotti lessati, 250 g di tonno al naturale, 2 cucchiai di pane grattugiato, 6 cucchiai di olio evo, 1 cucchiaino di paprika affumicata, 50 g di semi di chia,

  Oggi prepariamo delle polpette molto buone, ricche di proteine (sia vegetali che animali) e con le proprietà dei semi di chia (ferro, magnesio, calcio, proteine, fibre e grassi buoni mono e polinsaturi). Farle è semplicissimo. Frullate insieme tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Riponetelo in frigorifero e lasciate riposare (e raf­freddare) per circa 2 ore. Con un servigelato, trascorso il tempo, formate delle palline che andrete a ripassare nei semi di chia. Accompagnatele da una semplice salsa al pomodoro che preparate frul­lando un pomodoro maturo con 4 pomodori secchi sottolio!

Crepe al té matcha con cioccolato

70 g. farina di farro integrale, 170 ml  latte soia, 30 g zucchero a velo, 1 cucchiaino di té matcha, 120 g di cioccolato fondente 85%, 2 cucchiai di olio di mais

   In una ciotola sbattete il latte con la farina, lo zucchero a velo, la polvere di té matcha, il latte di soia e l’olio di mais. Scaldate una pa­dellina antiaderente e quindi versate un mestolo di composto. Lasciate cuocere da ogni lato, farcite con cioccolato fon­dente spezzettato che si scioglierà all’i­stante! Ripiegate e servite! Il matcha è uno dei té più ricchi di “catechine” (polifenoli) e rappresenta uno dei protagonisti della prevenzione del rischio di malattie cardiovascolari e di alcune forme tumorali, oltre che antinfiammatorio.400 g di fagioli borlotti lessati, 250 g di tonno al naturale, 2 cucchiai di pane grattugiato, 6 cucchiai di olio evo, 1 cucchiaino di paprika affumicata, 50 g di semi di chia.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )