Mal di gola, un tipico male di stagione.

mal di gola

Farmacia Salus, Osteria Grande (BO)

Il mal di gola è un tipico disturbo dei mesi invernali e dei cambi di stagione. Può essere dovuto a virus o a batteri, o anche a sbalzi di temperatura, aria condizionata, aria troppo secca o troppo umida.

I sintomi del mal di gola, che generalmente corrispondono a faringite o laringite, sono: irritazione e arrossamento, bruciore e difficoltà a deglutire, sensazione di un corpo estraneo, secrezioni di muco e talvolta abbassamento della voce.

Il mal di gola, inoltre, può trasformarsi o essere accompagnato da raffreddore, tosse, febbre o vera e propria influenza.

Ai primi sintomi molto spesso si ricorre all’utilizzo di antibiotici, mentre in realtà la maggior parte delle condizioni che causano il mal di gola non sono gravi e si risolvono in qualche giorno senza causare complicazioni.

Le forme più fastidiose sono invece quelle provocate da batteri, come ad esempio lo streptococco che può portare ad altre conseguenze come: tonsilliti, otiti, febbre per arrivare alle forme più gravi con febbre reumatica.

La terapia antibiotica è, quindi, indicata solo in caso di una infezione batterica accertata e come profilassi in casi selezionati.

In caso di mal di gola senza altri sintomi probabilmente non è nulla di preoccupante, magari una semplice forma virale; può essere utile bere molta acqua per mantenere le mucose idratate, scegliere prodotti naturali che diano sollievo con effetto curativo (come propoli, miele di manuka, ecc.).

Uno dei modi migliori per prevenire i contagi di tipo batterico è anche uno dei più semplici: lavarsi bene le mani e frequentemente, evitare posate e bicchieri usati da altre persone, umidificare la casa se l’aria è troppo secca, utilizzare fazzoletti di carta usa e getta.

Un altro metodo di prevenzione è la vaccinazione naturale che, semplicemente, aumenta le difese immunitarie.

Anche se fastidioso il mal di gola, nella maggior parte dei casi non è pericoloso e si risolve in 5-7 giorni, se i fastidi persistono o peggiorano si consiglia di consultare il proprio medico.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )