Lunario semine e raccolti: MARZO 2018

ora legale un'ora avanti  Fenomeni celesti e Feste del mese. LUNA Domenica 11 alle ore 10 è all’Apogeo, più vicina alla Terra. Lunedì 26 alle ore 19 è al’Perigeo.

  EQUINOZIO DI PRIMAVERA. II 20 alle ore 17.15. La durata del giorno è uguale a quella della notte.

  ORA LEGALE ESTIVA. Domenica 25 alle ore 02.00 le lancette dei nostri orologi devono essere spostate alle ore 03,00. . Questo fino al ripristino del precedente orario, che avverrà domenica 28 ottobre.

  ZODIACO COSTELLAZIONI iI II 12 alle ore 14.io il Sole entra nella costellazione dei Pesci 

  ZODIACO SEGNI II 20 alle ore 17.15 il Sole lascia il segno dei Pesci ed entra in quello dell’Ariete.

  FESTE DI ALTRI CALENDARI 31 sabato, Pasqua ebraica

  L’APPUNTAMENTO . Si chiama World Water Day ed è la Giornata Internazionale dell’AcquaIstituita dall’ONU nel 1992, si celebra il 33 marzo con numerose iniziative contro lo spreco e per garantire a tutti gli abitanti del Pianeta l’accesso all’acqua potabile.

  Oggi è Festa! 19 marzo: auguri Papà. La ricorrenza coincide con il giorno di San Giuseppe, festeggiato con delle speciali frittelle, le zeppole di San Giuseppe. Una leggenda napoletana racconta che San Giuseppe in fuga in Egitto, si mantenesse facendo il “frittellaro”. 

Luna crescenteLa luna è crescente il 1°marzo e dal 18 al 30 – luna piena il 2 e il 31.

agricoltoreNELL’ORTO Con la primavera che si affaccia, e appena le temperature raggiungono o superano i io°C, seminate all’aperto fagioli, zucche, piselli e fave. Al sud e sulle zone costiere, partite con la semina degli ortaggi estivi quali zucchine, melanzane, pomodori, peperoni e peperoncini. Trapiantate le aromatiche (salvia, dragoncello, timo…). Scelto un buon luogo definitivo, mettete a dimora la carciofaia.  Piante da frutto Fate innesti su Pomacee e Drupacee in giorni senza vento o nebbia.Trapiantate castagni, fichi, noccioli, olivi, viti e cespugli da frutto.

Semina. si seminano in semenzaio riscaldato (letto caldo, coltura riscaldata) prima metà del mese: melone peperone, anguria, cetriolo, melanzana, melone, zucca e zucchina. Si seminano a dimora (a non meno di 5°C) bulbilli di aglio, barbabietola, bietola da coste, bietola da taglio, carota, pisello, prezzemolo, cavolo broccolo, cavolo cappuccio, cavolo verza cavolo rapa, finocchio, radicchio, radice amara, ravanello, piante aromatiche, cicoria, indivia, lattuga. Si semina la cipolla bianca: il bulbo acquisterà un sapore dolce. Si trapiantano all’aperto aglio e cipolla. Si pacciamano le fragole. Si rincalzano le fragole. Si rincalzano i piselli seminati in autunno e l’asparagiaia. Si trapiantano in coltura protetta cetriolo, melanzana, melone, peperone, pomodoro, zucchina. Si riproducono le piante aromatiche come erba cipollina, menta, melissa, maggiorana. Si prepara il terreno per le semine e i trapianti del mese prossimo. Si rincalza il compost all’aperto o si predispone per un nuovo cumulo.

  In semenzaio in coltura protetta: seconda metà del mese: anguria, basilico, melanzana, peperone, pomodoro. A dimora in coltura protetta: fagiolo nano, fagiolino. cicoria, cipolla, lattuga a cappuccio. A dimora in pieno campo (non meno di 5°C): seconda metà del mese: bietola da orto, carota, pisello, prezzemolo, ravanello, senape, agretto, rucola * Si fanno germinare le patate da semina.

03_03_2013Foto01Trapianto e Piantagione. Trapianti all’aperto: asparago bianco e verde (zampe), cavolo cappuccio, lattuga a cappuccio. Trapianto in coltura protetta: seconda metà del mese: basilico, melanzana, peperone, pomodoro * verso fine mese con piante seminate in vasetti: anguria, cetriolo, melone, zucchino. Piantagione all’aperto: passato il pericolo di gelate: fragole.

NEL GIARDINOGiardino e balcone Se le temperature superano i 12°C, seminate all’aperto e nei vasi sul balcone le perenni come alissi, lupini, aquilegie, delphinium, stelle alpine,digitali, aubrietie e papaveri

03_03_2013Foto02Riproduzione. Moltiplicare per talea, margotta e propaggine, le specie che dimostrano di essere in ripresa vegetativa mettere a dimora i polloni che nascono al piede degli arbusti * mettere in serra i mazzi di radice di dalia per ottenere talee * togliere i germogli basali dalle vecchie piante di crisantemo e farne talee da impiantare in cassette o in vaso e metterli in cassone (freddo o riscaldato) * tagliare le talee dai mazzi di radici di dalie e metterli nei vasi di serra * dividere, ripulire e trapiantare le erbacee perenni se non si è provveduto in autunno: in questa operazione dare la precedenza alle specie spoglianti e poi intervenire sulle sempreverdi appena danno segni di risveglio * si potano e si cimano molto corti i rosai rifiorenti, gli arbusti che fioriscono sul legno dell’anno e le specie che hanno già fiorito è si potano le ortensie tagliando sopra un a gemma a fiore o una a legno a seconda che occorra stimolare la fioritura o la produzione di rami, lasciando intatti i i giovani polloni.

SeminaIn serra: ciclamino 21°C, e dalia annuale. In piena terra all’aperto, nelle zone in cui la temperatura si è stabilizzata oltre i 10 °C, piante annuali rustiche (calendula, crisantemo, convolvolo, malva regina, papavero, papavero della California, graminacee ornamentali, porcellana, pisello odoroso e bella di notte). In vaso, semenzai riscaldati, cassa di propagazione a 12-18°C, o in casa: Amaranthus, astro, bocca di leone, dalia (se non hanno i tuberi), begli uomini, bocca di leone, campanella rampicante, petunia, portulaca, zinnia, salvia ornamentale, piante annuali da fiore.

Trapianto e piantagione. Trapiantare in cassetta alla prima vera foglia, e sistemare in cassone di vetro, in serra o in casa lontano dalla luce diretta del sole- le pianticelle seminate in letto caldo o in cassa di propagazione: begonia, garofano, petunia, salvia, bocca di leone, portulaca, violacciocca, Amaranthus, astro, dalia, zinnia, begliuomini, campanella rampicante, nasturzio. Trapiantare in vaso: viola. Piantare e sistemare a dimora: bulbi di ciclamino * arbusti rampicanti e sarmentosi (clematide, ampelopsis,,buganvillea, gelsomino, glicine ecc.)* nuove piante di rosa, alberi e arbusti a foglia caduca o sempreverdi, tuberi di dalia, forsizia. Fine mese inizio aprile: conifere.

  NEL FRUTTETO:  Si eseguono diverse operazioni: trattamenti e pulizia del sottochioma e rinnovo della pacciamatura; si completano le potature di produzione di actinidia, drupacee, piccoli frutti e vite; si innestano a gemma vegetante, drupacee, melo, pero. Riproduzione: Eseguire la propagazione vegetativa per pollone o divisione del cespo di lampone o rovo. Trapianto e PiantagioneTerminare di piantare gli alberi e gli arbusti per i nuovi impianti di nocciolo, olivo, actinidia, fico, castagno, rosacee e drupacee * mettere a dimora con condizioni ottimali di clima e di terreno per il successivo innesto in campo.o, le giovani viti innestate (barbatelle) e talee radicate03_03_2013Foto04

Cosa fare in cantina: si imbottigliano i primi vini fermi scegliendo giornate soleggiate e non ventose.

Luna Calante: la luna è calante dal 3 al 16 – Luna nuova  il 17 marzo 2018

Nell’Orto Per sottrarli ai colpi di coda dell’inverno e soprattutto alle ultime gelate di marzo, seminate ancora in semenzaio indivie, radicchi, bietole, sedani, scalogni e porri. Per farlo si possono utilizzare i contenitori a scomparti di cartone delle uova. Coprite i semi con un mix di sabbia di fiume e terriccio. Piante da frutto Nell’Ultimo Quarto di Luna calante, potate fichi, olivi e cachi, Giardino e balcone Aspettate la fase di Luna Nuova per effettuare la potatura sugli alberi più delicati. Dedicatevi anche alla cura del prato: arieggiate picchiettando con un forcone e spargete un buon concime per favorirne la ripresa primaverile. Spargete concime organico pure sulla superficie dei vasi degli agrumi. 

Concimazione verde: seminare senape, crescione, favino, facelia, spinacio * interrare le colture da sovescio, segale e trifoglio incarnato.Compost: preparare i nuovi cumuli e rivoltare quelli vecchi.Trapianto e piantagione: trapianto all’aperto cipolla da semenzaio * trapiantare le piantine che sfoltiscono i semenzai. Piantagione all’aperto: patata, topinambur, rafano (radici), consolida (radici), aglio e cipolla (piccoli bulbi), piante aromatiche come erba cipollina, menta, melissa, maggiorana. Lavori: quando il terreno è sgelato e asciutto: preparare la aiuole per le nuove semine e trapianti * estirpare i residui degli ortaggi invernali-primaverili che hanno cessato di produrre e preparare il terreno per le semine e i trapianti * effettuare le concimazioni di fondo * scalzare il carciofo * concimare e rincalzare la concimaia * imbianchire il porro * ripulire le aiuole delle fragole e rinnovare, se necessario, la pacciamatura. Potatura. Ringiovanire le piante aromatiche suffruticose (aglio, rosmarino ecc.) . Concimazione verde.Seminare crescione, favino, spinacio, senape* interrare le colture da sovescio (segale, facelia, senape, spinacio)

NEL CAMPO. Lavori: eseguire sul grano e sull’orzo, una rullatura, soprattutto dopo inverni molto freddi in cui il gelo ha reso poroso e soffice lo strato superficiale del terreno.

NEL GIARDINO. Potatura: potare la rosa * ultimare le operazioni di potatura degli alberi e arbusti a foglia caduca. Lavori:Si seminano a dimora le specie a fioritura estiva e invernale * si piantano a dimora bulbi e tuberi a fioritura estiva e autunnale * si puliscono dalle erbacce le specie perenni e le aiuole * si impianta il prato nelle regioni settentrionali * si risemina il prato dove sono presenti fallanze.

NEL FRUTTETOPotatura. Ultimare la potatura di produzione e di allevamento di melo, pero e cotogno * eseguire verso fine mese03_03_2013Foto05 –comunque poco prima della ripresa vegetativa (ingrossamento delle gemme)-, delle incisioni su melo e pero sopra le gemme, lungo l’asse centrale e sulle branche più deboli della pianta, per favorire lo sviluppo di rami e la formazione di impalcature, oppure per riequilibrare la chioma della pianta * praticare incisioni sopra le gemme di albicocco e susino * ultimare i lavori di potatura dell’actinidia * sul castagno ultimare le operazioni di potatura e di pulizia del ceppo dai polloni * potare il nocciolo * completare la potatura dei piccoli frutti lampone, mirtillo, ribes, rovo, uva spina) * ultimare la potatura invernale del vigneto, eseguire le operazioni di legatura dei tralci e la sistemazione dei pali.   Innesto: innestare melo e pero a spacco totale, a triangolo e a doppio, o semplice, spacco inglese * provvedere a slegare le fasciature di carta applicate per proteggere le gemme degli innesti delle drupacee e tagliare il selvatico * continuare sulle drupacee gli innesti a triangolo e sugli innesti a spacco totale, a doppio spacco inglese o a spacco inglese semplice, che possono essere eseguiti fino all’ingrossamento delle gemme.    Lavori. Concimare e distribuire il letame nel frutteto e nel vigneto, qualora non sia stata effettuata la concimazione in autunno * eseguire i trattamenti sugli alberi fruttiferi * rinnovare sotto gli arbusti da frutto, la pacciamatura fatta con corteccia sminuzzata o aghi di pino.   Concimazione verde. Seminare le piante foraggere da sovescio: facelia, pisello da campo, senape, veccia comune, lupinella lupino.. In cantina: Si travasa il vino.

Luna pienaI giorni di luna piena rappresentano il momento migliore per dedicarsi alla raccolta delle erbe aromatiche da essiccare. La fase di luna piena è ritenuta la migliore per dedicarsi alla concimazione degli alberi da frutto.

NEL CESTINO DEL MESE. Ortaggi: aglio fresco, agretti, asparagi, carciofi, carote, cavolfiori, cavolo broccolo, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, cavoli verza,  cicoria, cicorini da taglio,  cime di rapa, cipolle,  finocchi, indivie, lattughe, patate novelle, porri, radicchio di Verona, rape, ravanelli, sedani, spinaci, valeriana, e valerianella. Frutta: arance, bergamotti, limoni, mandarini, mele pere, conference, pompelmi. Aromi: cipollotti, rosmarino,e salvia.

Le buone erbe. Irrinuncìabiie basilico. Si getta il cuore oltre l’ostacolo immaginando già l’estate. E si semina il basilico! Semplice da fare, la semina dell’Ocimum basilicum va eseguita con la fase di Luna crescente da marzo a maggio, con temperature non inferiori ai 15°C su un terriccio ben affinato e concimato. La posizione deve essere soleggiata e riparata. Vale anche per la coltivazione in vaso. Una volta germogliata, la piantina va esposta al sole e annaffiata regolarmente. La raccolta; si fa secondo le necessità per tutta l’estate, fin verso il mese di ottobre. Per essere conservati, foglie e fiori devono essere essiccati in luogo fresco e aerato, poi messi in vasi di vetro chiusi.  Se piantato vicino ai pomodori. il basilico avrà l’effetto di proteggere la pianta e i frutti dagli attacchi delle larve. Al momento della raccolta, da fare in Luna crescente, sia per il consumo fresco sia per la conservazione, se recidete tempestivamente lo stelo fiorale si prolungherà la produzione delle profumatissime foglie.  Acquisteranno anche un aroma più intenso.

  A regola d’arte È bene arricchire il terreno in cui si interrano le talee con torba e terriccio’. Un’idea è anche quella di inserirle nelle patate facendo un foro passante. I tuberi favoriranno lo sviluppo delle radici fornendo nutrimento e umidità.

 

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )