L’aceto balsamico in cucina

L’aceto balsamico, quello vero, si usa anzitutto in cucina, anche se, come nel caso dell’aceto di vino, esistono varie possibilità d’uso “terapeutico”: contro il mal di gola, il mal di denti, la cattiva digestione ecc.

Basta una goccia a insaporire un piatto; anzi, spesso deve essere solo una goccia perché l’aroma particolare possa sprigionarsi in tutta la sua ampiezza.

Il sapore dolce e agro ben equilibrato, il profumo caratteristico e penetrante, lo rendono veramente unico.

Le “crudità” di tutti i tipi (carciofo, carota, cavolo, cipolla, cipollina, cipollotto, finocchio, insalata verde, peperone, pomodoro, radicchio rosso, rapa, ravanello, rucola, sedano ecc.) sono particolarmente valorizzate dal condimento arricchito con l’aceto balsamico nella vinaigrette.

Sale e aceto andranno versati e mescolati prima dell’olio.

L’aceto balsamico potrà essere usato anche come condimento nelle insalate di qualsiasi tipo; dopo la mescolatura è consigliabile lasciar riposare le verdure per alcuni minuti per dar modo al condimento di sprigionare tutta la sua potenzialità.

Può infine essere usato anche nella preparazione di verdure e carni cotte

Pancotto al balsamico

Ingredienti: 500 g di pane casereccio secco, 450 g di pomodori pelati, 2 cipolle, 2 spicchi d’aglio, 1 rametto di timo, 2 cucchiai d’aceto balsamico, 150 g di parmigiano e pecorino grattugiati, 1 litro di brodo di carne, una noce di 50 g di burro, olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Tagliate il pane a fette e fatele abbrustolire leggermente in forno; poi conservatele al caldo. Versate dell’olio in una pentola di terracotta, unite il burro, le cipolle tritate e l’aglio finemente affettato.

Lasciate soffriggere a fuoco medio basso tenendo il tutto ben mescolato con un cucchiaio di legno, quindi aggiungete i pomodori tagliati a pezzi.

Versate nella pentola anche il brodo e portate a ebollizione su fiamma vivace. Abbassate la fiamma e lasciate bollire per alcuni minuti, poi aggiungete il timo e condite con sale e pepe a piacere. Immergete nella minestra anche le fette di pane e proseguite la cottura per tre quarti d’ora, inserendo una retina frangi-fiamma sotto la pentola.

Al termine della cottura aggiungete anche entrambi i formaggi grattugiati e, prima di togliere dal fuoco, unite l’aceto balsamico. Mescolate per bene e lasciare riposare un poco a fuoco spento e a pentola coperta, quindi servite nei piatti dei singoli commensali completando ogni porzione con un filo d’olio crudo.

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )