La spesa IN GENNAIO

VERDURA. Barbabietole, Bietole, Carciofi, Cardi, Carote, Catalogna, Cavoli, Cicoria, Cipolle, Coste, Crescione, F inocchi, Indivia, Lattuga, Patate, Porri, Prezzemolo, Radicchio, Rape, Scorzonera, Sedano, Sedano rapa, Spinaci, Tartufi, Topinambur,  Zucche.

Cavolo coloratoCavoliIl cavolo verza, dalle fogli spesse, percorse da nervature più chiare, arricciate e colorate in verde scuro all’esterno, in verde più chiaro all’interno, si usa per preparare contorni a piatti di minestre di verdura e involtini. Il cavolo cappuccio, che può essere bianco o rosso, ha invece foglie lisce, percorse da nervature, chiuse strettamente a palla intorno alla parte centrale.

Poiché risulterebbe difficile separare le foglie le une dalle altre, si affetta il cavolo cappuccio con un coltello affilato in modo da ottenere delle striscioline che si possono consumare crude in insalata o per preparare i crauti. I cavolini di Bruxelles sono simili di forma a cavoli cappucci ma sono poco più grossi di una noce; vengono usati per contorni. Del cavolo rapa si utilizza la parte interna ricoperta dalle foglie, simile nell’aspetto a una rapa, e della quale ha la stesso utilizzo.

    La differenza tra il cavolfiore e il broccolo sta nel fatto che il primo è formato da una palla compatta di color bianco paglierino circondata alla base da foglie verdi e dure provviste di nervature molto evidenti, mentre il secondo ha una palla centrale meno sviluppata costituita da infiorescenze staccate tra loro di colore bianco giallognolo; le foglie esterne sono inoltre più numerose e più sviluppate di quelle del cavolfiore. Si sceglieranno di piccole dimensioni se si dovranno utilizzare per minestre e contorni, di dimensioni più grandi se si dovranno utilizzare le foglie per avvolgere polpette di carne. Per riconoscerne la freschezza di cavolfiori e broccoli si osservino le infiorescenze, che devono essere ricoperte da una specie di cipria bianca, che scompare con l’invecchiamento del prodotto. Poco consigliabile l’acquisto di  cavolfiori e broccoli dalle infiorescenze macchiate di scuro.Frutta e verdura, patate e cipolle

Patate In questo mese le patate sono ormai vecchie ed è facile che se ne trovi qualcuna avariata. Le patate si distinguono soprattutto per il colore della polpa, che può essere bianca o gialla; nessuna differenza esiste nel valore alimentare, mentre il sapore e le proprietà delle patate variano in base a tale differenza. Sceglieremo patate a polpa gialla, che sono più saporite e non si sbriciolano facilmente, per friggerle o per lessarle e presentarle in tavola in insalata, mentre useremo quelle a polpa bianca, solitamente farinose, per le varie preparazioni di cucina in cui entrano come ingrediente (torte dolci o salate, gnocchi, purè ecc.). In questa stagione le patate possono essere molli al tatto o avere polpa gelatinosa, semitrasparente e acquosa, in tal caso non sono più commestibili. Possono avere inoltre la polpa chiazzata di scuro e in questo caso possono essere consumate dopo che si è provveduto a eliminare la parte macchiata.

FRUTTA. Agrumi, Banane, Cachi, Frutta esotica, Frutta secca, Mele, Pere

  Nel periodo invernale appaiono più spesso del solito sulla nostra tavola banane e datteri. Le banane si trovano in commercio tutto l’anno, i datteri solo nella stagione invernale e a primavera scompariranno del tutto, per ritornare ancora in autunno.

BananeHanno un prezzo piuttosto alto, a causa delle lunghe distanze che intercorrono fra i paesi di origine e quelli di consumo. Hanno il pregio di poter maturare anche dopo essere stateFrutta e verdura invernali spiccate dalla palma che le produce. Se tuttavia sono state colte con eccessivo anticipo la loro maturazione avverrà stentatamente e le banane resteranno legnose e agre. Nell’acquisto si dovranno scartare  sia le banane maturate male sia quelle troppo mature, che si riconoscono per la buccia ammaccata e scura.

   Ancora più sconsigliabile è l’acquisto di banane che non abbiano la buccia completamente intatta, poiché attraverso le spaccature della buccia possono essere penetrati nell’interno germi di ogni genere, con grave pericolo per la salute. Tra le qualità più raccomandabili sono le “banane tigrate”, riconoscibili per la buccia color giallo oro intenso picchiettata di color marrone. Si ricordi anche che le banane di misura media sono spesso più saporite di quelle molto grandi e che le banane unite fra di loro hanno maggior durata di quelle staccate. Le banane migliori hanno generalmente il marchio degli importatori

    Datteri – Si possono acquistare sia sciolti sia confezionati in pacchetti o scatole. In quest’ultimo caso si hanno maggiori garanzie, perché nelle confezioni sigillate è sempre indicato il nome della ditta che ha provveduto alla confezione e che si assume la responsabilità sulla qualità del prodotto. Poiché i datteri, a differenza delle banane, non possono essere esportati allo stato fresco, ma debbono subire trattamenti speciali, occorre esaminarli con grande attenzione prima del­l’acquisto: infatti le manipolazioni a cui sono stati sottoposti possono aver dato un aspetto in apparenza soddisfacente a un prodotto di scarto. I datteri migliori devono essere morbidi, polposi, poco raggrinziti e traslucidi; più scadenti sono quelli più piccoli, duri, opachi e asciutti.

  Porro:  Membro della “famiglia cipolla”, ma dal sapore dolce e sofisticato, il Porro può essere consumato crudo o cotto ed è l’ideale per insaporire e arricchire zuppe o stufati, ma anche per accompagnare contorni e formaggi. Grazie alla sua caratteristica principale di ben tollerare climi freddi e gelate, il porro è la tipica verdura invernale. Fonte di Vitamina C, ferro e fibre, ha inoltre proprietà diuretiche, lassative ed antisettiche, e proprio per questo è un ottimo rimedio per curare anemie, infezioni urinarie e a mantenere basso il colesterolo. Sembra essere un buon rimedio per la prevenzione del cancro oltrFrutta e verdura: Cavolo Verzae che aiutare il regolare funzionamento dell’intestino. Povero di grassi è indispensabile nelle diete dimagranti.

  Cavolo Verza. Varietà del cavolo cappuccino,  ha le foglie increspate dal colore verde all’esterno e più gialle internamente. Dal gusto forte e dalla consistenza croccante ha all’incirca gli stessi valori nutrizionali del broccolo, contiene infatti molta vitamina E, A, C, oltre che fosforo, calcio, potassio zolfo e acido folico (utilissimo durante la gravidanza). Grazie alla presenza degli indoli (composti che aiutano il corpo a generare un certo numero di enzimi benefici), il cavolo verza è un buon rimedio per prevenire tumori soprattutto all’apparato digerente. Per le sue proprietà antinfiammatorie e depurative il succo di questa verdura, può curare non solo inestetismi della pelle, ma anche problemi più gravi quali artrosi, cistiti, emorroidi o addirittura polmoniti e bronchiti. Ovviamente è meglio se mangiato cotto al vapore e bevuto crudo centrifugato.

  Rapa. Dalla pelle color crema o viola e dalla consistenza croccante, la Rapa ha un sapore Frutta e verdura: Rapedolce ma leggermente piccante. Anche se disponibile tutto l’anno, in realtà è consigliabile consumare questo ortaggio soprattutto durante il periodo invernale, in cui è più facile trovare rape più saporite e gustose, nonché tenere e fresche. Sano contributo alla dieta alimentare, la rapa è ricca di Vitamina C, fosforo e fibre. Contiene anche vitamina B6, calcio, manganese, potassio eindoli. Per mantenere tutte le proprietà nutrizionali, questa verdura andrebbe consumata cruda in insalata o al vapore, ma è ottima anche se arrostita al forno. E per coccolare lo stomaco dopo un periodo di abbondanti pranzi e cene di festa, ecco la ricetta per un saporitissimo .

     Non dimentichiamo la frutta secca dalle grandi proprietà nutrizionali . Oltre alle mandorle, noci frutta seccae nocciole, fichi, datteri, prugne e uva passa sono i frutti secchi più comuni quelli che solitamente vengono consumati durante la stagione invernale, per godere così anche nei mesi più freddi dei benefici per la salute, propri della frutta estiva. Ottima fonte di nutrimento, la frutta secca, si può ormai trovare su tutti i banchi di mercati e supermercati, a prezzi però decisamente alti. Da non far mancare specialmente a colazione al mattino anche nel caffelatte. Attenzione nel consumo:  il suo ottimo potere nutrizionale è accompagnato  da alti contenuti di  zuccheri e di conseguenza più calorie, di quella fresca,.

Carne

Agnello, Anatre, Maiale, Manzo , Pollame, Faraone, Vitello, Agnello, Oche

Cacciagione

Beccacce, Fagiani, Folaghe, Germani, Lepri, PerniciCaccia: Renna con il piccolo

    Nonostante la stagione della caccia sia chiusa, si continua a trovare sul mercato carne di sel­vaggina. Si tratta di animali provenienti da allevamenti o di animali importati da paesi in cui la caccia è consentita in periodi diversi dal nostro. Quest’ultimo tipo di selvaggina viene di solito con­gelato subito dopo l’uccisione, prima dell’esportazione, ed è posto in vendita sotto controllo sanita­rio.   La selvaggina di allevamento, che ha un prezzo inferiore e  si può trovare in vendita tutto l’anno, è quella che incontra il minor favore dei buongustai poiché il sapore e il profumo non hanno le caratteristiche della carne selvatica. 

Pesce

Crostacei e molluschi; Aragoste, Calamari, Cozze, Datteri, Gamberi, Granchi, Lumache, Ostriche, Polpi, Seppie

Pesci di mare e polipiTartufi di mare, Vongole, Pesci di mare, Argentine, Branzini, Cefali, Merluzzi, Murene, Ombrine, Orate, Palombi, Pesci capone, Pesci spada, Razze, Sardine, Sgombri, Sogliole, Storioni, Triglie, Pesci d’acqua dolce, Anguille, Bottatrici, Carpe, Lavoretti, Lucci, Persici, Salmoni, Tinche, Trote.

Tra le frodi da cui si può essere danneggiati nell’acquisto dei pesci vi sono quelle che tendono a far passare agli occhi del cliente inesperto prodotti di qualità inferiore per prodotti di prima qualità maggiorandone il prezzo. Eccone un elenco dettagliato: Alici sostituite con sardine; Aragoste  con astici;  Calamaretti  con totani; Scampi con  cicale; Sogliole con  passere; Tonni  con alalonghe

   Non sempre è possibile a un profano distinguere qualità tra loro abbastanza simili, specialmente se si tratta di fette di grossi pesci; la cosa migliore è perciò quella di rivolgersi esclusivamente a negozianti di fiducia, dove si è conosciuti e dove si hanno maggiori garanzie di freschezza del pesce e di onestà nel trattamento. Gioverà anche saper riconoscere alcuni pesci che si prestano a essere sostituiti con altri dalle caratteristiche principali; eccone qualche esempio: il calamaretto è un mollusco privo di conchiglia, ha corpo snello e pinne posteriori a forma di rombo; è provvisto di tentacoli con ventose e ha colore bianco rosato punteggiato di bruno e di rosso; la sua lunghezza varia da 30 a 50 centimetri. La séppiola invece ha il corpo ovale alquanto schiacciato, di colore grigio bruno, provvisto di tentacoli e di una conchiglia interna; la sua lunghezza non raggiunge i 20 centimetri. Le alici, o acciughe, hanno misure variabile da 12 a 20 centimetri; hanno forma slanciata, dorso di colore verde-azzurro, mentre i fianchi e il ventre sono argentei. Le sardine misurano da 12 a 16 centimetri e hanno forma un po’ più panciuta; il loro dorso ha colore verde-oliva sfumato ai lati in tonalità azzurrine.