La prevenzione dai malanni invernali inizia a tavola. Una corretta alimentazione nell’inverno, permette di restare in forma e allontanare disturbi di stagione, ma rappresenta anche un vero e proprio sistema di prevenzione e difesa dal freddo anche per la nostra pelle. Il menù, quindi, deve essere ricco di principi nutritivi essenziali come gli antiossidanti, cioè le vitamine, gli enzimi, i pigmenti e i minerali contenuti nei vegetali e nella frutta (ad esempio, vitamine E e C, carotenoidi, flavonoìdi, pplifenoli, clorofilla, Coenzima Q I O, selenio, zinco e rame).Ecco perché…I carotenoidi contenuti nella frutta o nella verdura di color arancione, hanno la capacità di trasformarsi in vitamina A, qualora il corpo lo richieda, altrimenti sì depositano nei tessuti o negli organi, proteggendoli. Si trovano oltre che nella frutta secca,  nella frutta fresca come albicocche, arance, meloni, papaia, mango, pesche, zucche e in molti vegetali come carote e peperoni gialli o rossi. Il modo migliore per assumere questi alimenti è sotto la forma dì succo e di centrifugato, in quanto durante la preparazione, le membrane cellulari si rompono, liberando così i preziosi composti, meglio assimilabili rispetto al cibo intero.

  • donna che frulla frutta e verduraLa vitamina O agisce sia sul collagene della pelle che sulla stimolazione del sistema immunitario; la troviamo negli agrumi, nei cavoli, nei broccoli, nei peperoni, nei cetrioli, nelle patate. La verdura e la frutta andrebbero consumate fresche in quanto il calore, la luce e l’aria distruggono rapidamente la vitamina C.
  • La vitamina E (o tocoferolo) è un potentissimo antiossidante cellulare; la troviamo negli oli spremuti a freddo, nel germe di grano (ottimo integratore), nelle noci, nei semi, negli asparagi e nell’avocado. La sua presenza può rendere più efficienti i muscoli e il sistema immunitario.
  • II Coenzima QIO è una molecola molto diffusa in natura e si trova soprattutto nei cereali, nelle noci e nella soia. Simile alla vitamina E, è utile nella prevenzione delle rughe.

 

Il ruolo degli integratori.  Per aiutare la pelle ad abituarsi al freddo è consigliabile anche l’assunzione di integratori. Sempre a base di vitamine, betacarotene ed estratti vegetali che, pur non sostituendo una dieta equilibrata e varia, contribuiscono a rinforzare le difese cutanee nei confronti del foto-invecchiamento, degli eritemi, delle macchie scure (melasma o lentigo senili) e delle rughe. Allo stesso modo favoriscono una pigmentazione della pelle più omogenea, intensa e prolungata nel tempo. Se non si trova frutta fresca o quella che si trova non è, comprensibilmente, molto saporita, si possono fare dei centifrugati o frullati migliorandoli con frutta secca e miele.  L’ultima novità in campo è Polypodìum leucotomos, un estratto di felce dell’America Centrale, che mira a proteggere le cellule distrutte dall’esposizione solare. Esso è in grado di dare una protezione al nostro sistema immunitario cutaneo alterato dal sole: infatti si parla di foto-immuno-protezione. Si può assumere alcun problema.

Gli integratori vanno assunti seguendo i consigli del Dermatologo o del Farmacista

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )