LA CENA

Cena in Famiglia      L’ultimo pasto della giornata ha la stessa organizzazione del pranzo, con l’accortezza di prediligere un piatto proteico, con dominanza di proteine sui carboidrati, per tenere sotto controllo i valori di glicemia e insulina. Un elevato livello di insulina raggiunto nella tarda serata, infatti, stimola, a sua volta, l’enzima HMG CoA-reduttasi che innesca la produzione di colesterolo endogeno nel fegato fino a circa 2,5 grammi.

Un valore altissimo se si considera che la quantità di quello introdotto per via alimentare (e mangiando male…) è di circa 300 milligrammi. Quindi, l’articolazione dominante diventa: verdura cruda, alimento proteico animale o vegetale (legumi), verdura cotta e pane, olio extra vergine di oliva. Se gradita, cercate di consumare la porzione di verdura cotta sotto forma di minestrone, passato o crema vegetale per ottenere una sana digestione notturna. Portate in tavola, a cena, il pesce almeno due volte la settimana, la carne bianca una volta, la carne rossa una volta, il formaggio fresco e molle o uova oppure prosciutto crudo magro o bresaola una volta, i piatti proteici vegetali (legumi) due volte

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )