In cerca di cibo quasi tre milioni e 700mila persone

L’emergenza maggiore, secondo il rapporto Agea sulle attività di distribuzione degli alimenti agli indigenti, è nel Meridione

Roma – Aumentano nella penisola le persone che hanno bisogno di cibo. Per il 2012 quasi 3 milioni e 700 mila persone si sono infatti rivolte alle sette organizzazioni caritative iscritte all’albo Agea per ricevere “assistenza alimentare”. Rispetto al 2011 sono circa 300mila in più e quasi un milione rispetto a due anni fa. Di questi il 10% sono bambini. Nella maggior parte dei casi chiedono pasta, latte, formaggio, legumi, olio e polpa di pomodoro. Il maggior numero di indigenti, secondo le rilevazioni dell’agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea) sulle attività realizzate nei primi 7 mesi del 2012 nell’ambito del piano di distribuzione degli alimenti agli indigenti, e’ nell’Italia meridionale.

Leader di questa triste classifica e’ la Campania con 795.966 richieste di aiuto (il 22% del totale nazionale) seguita da Sicilia (601.462, con un aumento rispetto al 2010 del 47%) e Lazio (395.509). La maggior parte delle tipologia d’assistenza e’ quella della distribuzione dei pacchi alimentari, soprattutto di prodotti per i bambini sotto i 5 anni e per gli anziani.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )