IL   GINEPRO

       Il ginepro (Juniperus communisj è diffuso allo stato spontaneo in tutto l’emisfero settentrionale, particolarmente nelle zone selvagge e montuose, fino a notevoli altitudini

  Spezie Ginepro    Pianta cespugliosa sempreverde della stessa famiglia del cipresso (Cipressacee), non supera di norma i 120-180 centimetri di altezza. Le bacche si sviluppano sugli esemplari femminili e si trasformano, dopo due anni di maturazione, in quei frutti blu-violetti che si utilizzano come spezie.

       La raccolta è resa difficile dalle caratteristiche foglie acuminate, verdi con una striscia bianca, molto pungenti. Le caratteristiche del ginepro variano in base al luogo in cui cresce e al clima, sia per quanto riguarda le dimensioni della pianta, sia per l’aroma. Si coltiva facilmente anche in giardino. Il ginepro è normalmente impiegato per aromatizzare gin e cordiali, * nelle marinate, nei salmì ed anche per uso terapeutico.

      In genere le bacche sono schiacciate,ma si possono ridurre in polvere per aromatizzare pàté e simili. Si sposano bene con erbe dal sapore più pungente, con l’aglio, il vino o il brandy, per insaporire carni rosse e di maiale.

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )