I VINI DEL TRENTINO ALTO-ADIGE

   La viti-vinicoltura trentina e alto-atesina, che affonda la sua esperienza nei secoli e che ha goduto anche della illuminata amministrazione austro-ungarica, ha seguito un gradua­le e costante processo di evoluzione e lo segue tuttora ottenendo dei brillantissimi successi. Da Borghetto all’Adige, attraverso Rovereto, Trento, Bolzano per finire a Merano e a Bressanone-Novacella, toccando paesi e borgate di fiaba, la vite, con il caratteristico pergolato, lambisce a volte l’Adige e s’inerpica lungo i pendii rocciosi della dolomia, offrendo uno spettacolo di rara bellezza.

vini cantina e scala       Qui il Creatore ha trovato nell’uomo un degno epigono. Alle pregiate uve locali quali le Schiave, il Teroldego, il Marzemino, il Termeno aromatico che rappresentano un ruolo importante nella economia viti-vinicola della regione sono stati affiancati altri nobilissimi vitigni quali i Pinots, il Cabernet Frane e Sauvignon, il Riesling Renano, ecc. Importante traguardo raggiunto dalla Regione è la fondazione e il perfetto funzionamento delle Cantine Sociali che controllano una altissima percentuale della produzione presentando al consumatore vini di eccellente qualità.

        Altra componente importante, è stata la creazione di un «parco botti» presso i produttori e le grandi cantine, parco botti che risale al secolo scorso e che permette l’affinamento dei vini pregiati. La viticoltura del Trentino Alto-Adige si estende su una superficie che sfiora i 22000 ettari dalla cui produzione si ottengono un milione e mezzo di ettolitri di vino. L’Istituto Agrario di San Michele all’Adige con l’annessa scuola specializzata in viticol­tura e enologia, fondata nel 1873, è fonte inesauribile di consigli e direttive e dalle sue aule escono enotecnici qualificati ai quali verrà affidata la direzione delle aziende private e delle cantine sociali. Ovviamente il risultato di tutto ciò è che i vini prodotti in questa regione toccano livelli di alta qualità con prezzi competitivi sul mercato nazionale ed estero.

VINI BIANCHI

        PINOT BIANCO (uva Pinot bianco): colore giallo paglierino con riflessi verdolini; limpidezza cristallina; delicato profumo che, dopo opportuno invecchiamento, rivela aspetti di particolare eleganza e finezza tali da soddisfare ogni esigenza; sapore finemente amarognolo, piacevole; corpo pieno e stoffa con­sistente; sapido, di grande razza e perciò prezioso apporto nella preparazione di grandi vini spumanti. Eccellente vino da pesce. Gradazione alcolica 12-13°. Servire a 10-12°C.

       RIESLING RENANO (uva Riesling renano): colore giallo paglierino con riflessi verdolini; particolare lucentezza segno di eleganza; caratteristico profumo che ricorda il moscato e la ginestra; sapore secco ma gentile, armonico e generoso. L’invecchiamento lo affina notevolmente trasformando il primitivo aroma in etereo delicato profumo che completa il bouquet di questo pregiatissimo vino da pesce che può essere servito anche come raffinato aperitivo. Gradazione alcolica 12,5-13,5°. Servire a 9°C come aperitivo e a 10-11°C sul pesce.

        TRAMINER AROMATICO (uva Traminer): colore giallo paglierino cari­co che con l’invecchiamento acquista toni più caldi; delicato aroma, sapore asciutto, morbido, vellutato e di pieno vigore. Va considerato eccellente vino da frutti di mare e pesce in salsa delicata. Nelle grandi annate, dopo sapiente invecchiamento acquista un sottile profumo di petali di rosa appassita, un colore giallo dorato e un sapore di particolare morbidezza che accarezza il palato; diventa così grande vino da foie gras e pàtés. Gradazione alcolica 12,5-13,5°. Servire a 9-11°C.vini otti degistazione

        TERLANO (uve Terlaner bianco, Rie­sling italico e varietà di Pinots): colore paglierino scarico con riflessi verdolini;  profumo delicato e caratteristico; sapore morbido, asciutto, sapido e armonico. Eccellente vino da pesce e minestre. Gradazione al­colica 11,5-12°. Servire a 10-11°C.

        SILVANER (uva Silvaner): colore giallo chiarissimo con riflessi verdolini accentuati; fruttato e gradevole, di stoffa leggera, molto fresco e vivace, secco e invitante; si conserva molto bene. Ottimo vino da frutti di mare, pesce e antipasti di pesce. Aperitivo di classe. Gradazione alcolica 11,5-12°. Servire a 9-10°C.

        SORNI BIANCO (uve Nosiola, Riesling e piccole quantità di M. Thurgau): colore giallo paglierino scarico; odore finemente vinoso; sapore quasi acidulo ma piacevole. Sim­patico vino da pasto e antipasto. Gradazione alcolica 11-11,5°. Servire a 10-12°C.

        MOSCATO TRENTINO-ALTO ATESINO (uva Moscato giallo): stupendo colore dalle tonalità giallo dorate-oro antico; aroma caratteristico e peculiare che l’invecchiamento trasforma in elegante e intenso bouquet; sapore dolce, pieno, armonico. Di perfetta struttura organolettica che «avvolge l’odorato e riempie la bocca», deve considerarsi uno dei più grandi vini da dessert e «ristoro». La produzione limitata e selezionatissima ne fa un vino da élite. Gradazione alcolica 13,5-15°. Servire a 8-10°C.

VINI ROSSI

       CABERNET (uve Cabernet Frane e Sauvignon): stupendo colore rosso rubino carico che dopo lungo invecchiamento acquista tonalità rosso mattone; caratteristico e intenso profumo erbaceo che si affina con la maturità e diventa bouquet di parti­colare eleganza; sapore giustamente tannico, caldo, di grande stoffa, di vigorosa struttura, morbido, tonico, digestivo e di lunga conservazione. Deve considerarsi grandissimo vino da selvaggina di rilevata aromatizzazione . Produzione limitata ma di altissimo livello; pregiatissimo il Ca­bernet della zona San Leonardo a Borghetto. Gradazione alcolica 12,5-13°. Servire a 20-21 “C.

  vino rosso in osteria   PINOT NERO (uva Pinot nero o Blauburgunder): scintillante colore rubino, che si trasforma in calde « nuances » rosso mattone dopo adeguato invecchiamento; profumo particolare e intenso che ricorda il ribes nero e la violetta; sapore pie­no, rotondo, armonico, con leggero retrogusto che in alcune produzioni pregiate ricorda la pesca matura. È un vino che rivela le sue doti di no­biltà e gentilezza dopo due-tre anni di invecchiamento, che ne fanno un eccellente vino d’arrosto e pollame nobile. Gradazione alcolica 12-12,5°. Servire a 18°C.

        SANTA MADDALENA (uve Schiava gentile, Schiava grigia, Schiava grossa ecc.): da questo insieme ben proporzionato di uve si ricava questo eccellente vino dal bel colore rubino un poco intenso, dal finissimo e ca­ratteristico profumo delle Schiave che acquista particolare grazia dopo invecchiamento; sapore pieno e ar­monico, stoffa elegante, caldo e morbido; regge il confronto con i grandi vini della Borgogna. Eccel­lente vino da arrosti di carni rosse e cacciagione. Gradazione alcolica 12,5-13°. Servire a 18-19°C.

        MERLOT (uva Merlot): si differenzia notevolmente dai Merlot prodotti nelle altre zone del Veneto. Colore rosso rubino carico, intenso profumo erbaceo che ricorda quello del Cabernet (in modo particolare quan­do il mosto ha fermentato a lungo con la vinaccia); sapore liscio e morbido, pieno e delicatamente amarognolo, caldo e ben strutturato; l’in­vecchiamento lo ingentilisce. Deve considerarsi ottimo vino da arrosti di carni bianche, animelle, spezza­tini di vitello ecc. Gradazione alcolica 12-12,5°. Servire a 18°C. Da poco tempo si produce un Mer­lot rosato di singolare delicatezza e profumo, di sapore liscio e pieno. Quest’ultimo è indicato per le fricassee, le potées ecc.

       LAGO DI CALDARO (uve Schiava nelle diverse qualità, Pinot nero e Lagrein): colore rosso granato; deli­zioso profumo intensamente frutta­to, tale da ricordare nei tipi scelti (auslese) i buoni beaujolais, di stoffa sottile e delicata, sapore pieno e morbido; leggero e temperato. Ot­timo vino da pasto e minestre sa­porite. Gradazione alcolica 11-11,5°. Servire a 16-17°C.

        TEROLDEGO ROTALIANO (uva Te-roldego): tipico prodotto del Trenti­no dal colore rosso rubino carico; spiccato odore di frutta che ricorda il lampone e di viola; sapore asciutto leggermente tannico, pieno e sapido, con fine retrogusto di mandorla amara. Acquista dopo prolungato invecchiamento grande delicatezza e sapore vellutato che lo pongono fra i migliori vini italiani da arrosto. Le sue inconfondibili caratteristiche di vino di buona razza lo rendono prezioso vino da taglio. Gradazione al­colica 12-13°. Servire a 18-19°C.

      MARZEMINO D’ISERA (uva Marzemino gentile): altro tipico vino trentino di non elevata produzione ma di nobile stirpe. Bel colore rosso ru­bino; odore fruttato e di mammola: sapore gradevole, sapido e velluta­to; di buona struttura. Eccellente vino superiore da pasto e carni bianche. Gradazione alcolica 11,5-12,5°. Servire a 17-18°C.

Gli Spumanti trentini, famosi e ap-prezzatissimi in Italia e all’estero, sono una conquista dell’enologia lo­cale che dai Pinots, di cui impiega solamente il mosto « fiore », ricava pregiatissimi e finissimi vini che per mezzo del classico metodo champe-nois vengono trasformati, appunto, in raffinati ed eleganti vini spumanti brut, extra dry, dry ecc.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )