I sali minerali dell’acqua marina migliorano la pelle

anziani al mare      Naturalmente, tra tutti gli sport che è possibile praticare al mare, resta in primo piano il nuoto, che oltre ad aiutare la condizione fisica in generale (condizionamento organico, potenziamento simme­trico delle masse muscolari…) è un formidabile bruciacalorie. Il che non guasta mai. Immergersi in acqua anche senza nuotare (balneoterapia) è importante, mentre e i bagni di mare vanno alternati alle camminate sulla spiaggia e alle esposizioni al sole. Infatti, i sali minerali dell’acqua marina che penetrano attraverso la pelle ne migliorano l’elasticità e la compattezza. Il moto ondoso è un vero e proprio idromassaggio naturale e lo sbalzo di temperatura tra dentro e fuori è una valida una ginnastica vascolare.

L’acqua di mare ha caratteristiche e proprietà non dissimili a quelle dell’acqua termale salsobromoiodica benefica negli stati infiammatori cronici dell’apparato osteo-articolare (reumatismi, traumi articolari, eco.) e per la pelle (psoriasi, dermatite sebor-roica, acne, ecc.). Si può considerare la più completa acqua minerale, in quanto in essa sono contenuti quasi tutti gli elementi esistenti in natura. Infine le sabbiature, da effettuare in centri specializzati, con sabbia fine ad alto assorbimento di calore, e i fanghi, effettuati spal­mando sul corpo uno strato di argilla calda a 40° a cui fa seguito un bagno in acqua di mare. Entrambe le terapie, ottime per chi soffre di reumatismi e artrosi, sono invece altamente sconsigliate a chi ha problemi di insufficienza venosa per la vasodilatazione che generano.

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )