Sono ormai molti gli studi che rivelano le capacità antiossidanti dei frutti tipici del Maghreb e del Medio Oriente capacità che impediscono ai radicali liberi di danneggiare le nostre cellule. Chi durante le feste ha mangiato datteri, anche in minuscole quantità, potrebbe aver contribuito a mettere all’angolo il cancro. E’ quanto emerge da una review di ricerche pubblicate negli ultimi anni relative agli effetti benefici di questi frutti, realizzata dalla Qassim University, in Arabia Saudita, e pubblicata sulla rivista International Journal of Clinical and Experimental Medicine.

Palme e datteri    I datteri contengono un’alta percentuale di antiossidanti (specialmente polifenoli), sostanze che impediscono ai radicali liberi di danneggiare le cellule e, di conseguenza, lo sviluppo delle forme di cancro. Gli studiosi hanno constatato in particolare che questi frutti sono ricchi di polifenoli, antiossidanti che contribuiscono a ridurre il tasso di mortalità per tumori, e di betaglucani, sostanze che hanno dimostrato di ridurre la crescita dei tumori in esperimenti condotti sugli animali. E non finisce qui: i datteri sono inoltre una grande fonte di potassio, noto per prevenire la pressione alta, e di manganese, rame e selenio, che possono servire a stimolare il sistema immunitario.

    Un beneficio tira l’altro – La “ricetta” dei datteri contro l’insorgere del cancro deriverebbe dalla combinazione di minerali, grazie alla quale l’organismo riesce a metabolizzare alti contenuti di zuccheri in modo da non trasformarli in grassi. Per quanto riguarda il consumo di questi frutti, non ci sono controindicazioni. Bisogna – come al solito – fare soltanto attenzione a non esagerare: hanno infatti un importante contenuto energetico, pari a 277 calorie per 100 grammi.Palma

Quali sono gli altri benefici di questo frutto? I datteri sono preziosi in caso di raffreddore (basta cuocerne 100 grammi in mezzo litro di latte per alcuni minuti ed aggiungere alla fine un cucchiaio di miele) ed aiutano anche ad abbassare i livelli di colesterolo. Sono utili per la vista e per proteggere gli occhi e, come se non dovesse bastare, sono anche un ottimo afrodisiaco (secondo la tradizione indiana bisogna immergerne una manciata nel latte di capra per tutta la notte, poi frullare il mattino seguente, aggiungendo un po’ di miele e alcuni semi di cardamomo in polvere). Aiutano il sistema immunitario a reagire alle minacce di malattie ed è  proprio la presenza combinata di tutti i minerali presenti nei datteri a fornire a questi frutti il potere preventivo nei confronti del cancro. L’organismo infatti riesce così a metabolizzare alti contenuti di zuccheri in modo tale che non vengano trasformati in grassi.

I datteri possono essere quindi considerati un rimedio naturale con pochi effetti collaterali.

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )