FRITTELLE DI FICHI SECCHI

frittelle di fichi secchi

Dessert .Tipo di cucina: rustica. Ingredienti: fichi secchi, mandorle pelate e tostate, pinoli, uva passa, farina, olio di semi di sesamo, cannella in polvere, chiodi di garofano in polvere, rum, olio di semi di girasole per friggere.

Preparazione:

1 Sciogliete, poco per volta, la farina con qualche cucchiaio di acqua nella terrina ed unitevi un cucchiaio d’olio di semi di sesamo per ottenere una pastella cremosa e morbida.

2 Tritate grossolanamente le mandorle e i pinoli; dimezzate i chicchi d’uva per toglierne i semi e fateli ammorbidire nel rum per mezz’ora. Mettete questi ingredienti, con il rum, in una scodella; unite le spezie e mescolate con cura.

3 Con un coltellino affilato aprite in due i fichi, lasciandoli uniti da un lato e imbottiteli con piccole quantità del composto. Premete intorno all’incisione in modo da chiudere bene.

4 Scaldate nella padella abbondante olio, passate i fichi ad uno ad uno nella pastella e fateli dorare nell’olio bollente. Estraeteli con una paletta forata, passateli nella carta assorbente e serviteli ben caldi.

VINI CONSIGLIATI

Stravecchio di Sicilia bianco liquoroso a 12 °C

Moscato di Troni (Puglia) a 12 °C

Malvasia dei Colli di Ziano amabile (Emilia) a 12 °C

NOTA DIETETICA

I fichi sono tra i più antichi frutti conosciuti e ne esistono di diverse specie, tutte molto nutrienti e digeribili. Sono tonificanti, lassativi e diuretici. Li troviamo qui farciti con un composto nel quale in­contriamo tra gli altri ingredienti le mandorle, con proprietà antisettiche, rimineralizzanti, energetiche; i pinoli, molto nutrienti e utilizzati un tempo contro le paralisi, la tubercolosi e l’impotenza;  uva passa, lassativa e molto energetica.

È pertanto un dolce molto nutriente e calorico, da consumarsi preferibilmente nei periodi freddi:  da sconsigliarsi in caso di iperglicemia, ipertensione, dispepsie, malattie epatiche, diete dimagranti Non è adatto dopo pasti copiosi e comunque è più idoneo come merenda, colazione o spuntino.

CONSIGLI PRATICI

I fichi secchi e l’impasto sono sufficientemente dolci da sconsigliare l’uso di zucchero nella pastella: volendo si possono spolverare una volta fritti con un po’ di zucchero vanigliato.

CURIOSITÀ

I La spezia nota con il nome di cannella o cinnamomo è costituita dalla corteccia di un piccolo albero sempreverde; la raccolta ha luogo ogni due anni a partire dal sesto-ottavo anno di vita della pianta.

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )