I formaggi nell’alimentazione

formaggio parmigiano reggiano

Per l’alto valore nutritivo posseduto, i formaggi meritano un posto di primo piano, insieme al latte, in una dieta che voglia essere bilanciata. Essi rappresentano una importante fonte di proteine animali, grassi, vitamine, sali minerali: completamento ideale, quindi, dei cereali.

Il procedimento produttivo dei formaggi riproduce, in maniera più o meno accentuata, il modo con cui viene digerito il latte nello stomaco umano. In pratica le sostanze nutritive contenute nei formaggi sono già semplificate, risparmiando al nostro apparato digerente molto lavoro. Si spiega così la loro ottima digeribilità e leggerezza.

Contrariamente a quanto comunemente si crede, però, non sono i formaggi freschi i più digeribili, bensì quelli stagionati, dove il processo di stagionatura più lungo permette una più accentuata semplificazione delle sostanze nutritive.

I formaggi sono indicati a grandi e piccini

Difficilmente i formaggi offrono delle controindicazioni dietetiche, se non nella quantità, il loro consumo è invece particolarmente indicato nei bambini e nei ragazzi, per esempio, il cui organismo, in fase di crescita, richiede grandi quantità di proteine di alto valore biologico e di calcio. Oppure nelle persone anziane, che soffrono di solito di una carenza di calcio. Inoltre, essendo praticamente privi di zuccheri, i formaggi sono raccomandati ai sofferenti di diabete.

Per non parlare, infine dei convalescenti, degli sportivi, di tutti coloro che necessitano di una alimentazione poco voluminosa, ma molto nutriente.

Gli ottimi requisiti dal punto di vista nutritivo non sono i soli aspetti vantaggiosi dei formaggi. Il costo più basso rispetto alla carne bovina, una ricca gamma di sapori e la rapidità di preparazione fanno dei formaggi un perfetto secondo piatto: sano, economico, vario e gustoso.

È da sfatare, perché priva di giustificazione, la convinzione che sia necessario rivolgersi a prodotti stranieri per potere portare sulla propria tavola una buona scelta di formaggi.

Parmigiano Reggiano Re dei formaggi

La produzione casearia italiana è al quarto posto nella graduatoria mondiale nella quantità mentre nella qualità non ha rivali.

 Infatti è un formaggio italiano, il Parmigiano Reggiano, che può fregiarsi del titolo, attribuito dalla suprema organizzazione americana di produttori caseari, di campione del mondo dei formaggi naturali e re assoluto di tutti i formaggi.

Far conoscere, valorizzare e nutrirsi con la produzione casearia nazionale è cosa, quindi, estremamente importante, soprattutto se si tiene conto che sia la legislazione francese, che quella tedesca permettono invece ai loro produttori di formaggi di addizionare al latte destinato alla caseificazione latte in polvere ed altre sostanze destinate ad essere trattenute nel formaggio, tutte operazioni ritenute autentiche frodi dalla legislazione italiana.

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )