Focaccia pasquale veneta

Dolce da forno a lievitaziobe naturale, voluminoso e soffice, prodotto in tutta la Regione, in particolare nelle provincia di Padova e Venezia. L’impasto richiede farina, burro, zucchero e uova; la ricopertura : marzapane, mandorle e granella di zucchero.

focaccia pasquale veneta

Ingredienti: 500 gr di farina bianca 00, 150 gr. di burro, 130 gr. di zucchero semolato, 75 gr di mandorle dolci, 25 gr di lievito di birra, 6 uova (1 intero e 5 tuorli) una bustina di vanillina, zucchero in granella sale burro

Preparazione: Sbriciolate il lievito e scioglietelo con 2 cucchiai di acqua tiepida. Impastatevi 100 gr di farina unendo altra acqua tiepida se necessario per ottenere una pastella piuttosto morbida.

Dopo averla ben lavorata immergetela in una pentola di acqua tiepida. Coprite il reci­piente e lasciate lievitare la pasta finché verrà a galla.

Versate sulla spianatoia 200 gr di farina, 100 gr di zuc­chero e mezzo cucchiaino di sale. Mescolate, fate la fontana e ponetevi in mezzo 2 tuorli e 75 gr circa di burro a pezzetti e un poco ammorbidito, poi impasta­te il tutto unendo il panetto lievitato, ben scolato dal­l’acqua, lavorando con energia la pasta fino a quando non si attaccherà più alle dita.

Fatene poi una palla e ponetela in una terrina leggermente infarinata. Copri­tela con un telo e lasciatela lievitare finché avrà quasi raddoppiato il suo volume.

Ponetela allora sulla spia­natoia e amalgamatevi il restante burro, sempre ammorbi­dito, la farina rimasta, 30 gr di zucchero, la vanillina e 3 tuorli. Lavorate e amalgamate bene la pasta. Poi siste­matela in una teglia dai bordi alti già imburrata e infa­rinata. Lasciate lievitare ancora.

Nel frattempo pelate le mandorle, tritatele non molto fini e mescolatele allo zucchero in granella. Quando la pasta sarà ben lievitata raggiungendo il bordo del­lo stampo, accendete il forno portandolo a 200°C. Do­po 10 minuti immergete un piccolo pennello in un uovo sbattuto e lucidate la superficie della focaccia, senza schiacciarla, spolverizzandola infine con le mandorle tritate.

Con un coltello a lama sottile e affilata fatevi sopra due tagli in croce, quindi ponete il dolce nel for­no a 190°C e lasciatelo cuocere per 50 minuti; se pren­de colore in modo eccessivo, copritelo con un foglio di carta pergamena, imburrando leggermente il lato che sarà a contatto con la pasta, e terminate la cottu­ra.

La focaccia può essere consumata tiepida o fredda.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )