Bologna Centro coln le Due ToriDagli chef stellati alle osterie, dalla trattorìa al cibo di strada, punti degustazione e bar, nel più grande parco agroalimentare del mondo, che aprirà il 15 novembre a Bologna, presentando tutta l’esperienza gastronomica del Bel Paese.  Un vero paradiso della cucina più famosa e imitata al mondo:  quella italiana. C’è solo l’imbarazzo della scelta, tra gli oltre 40 luoghi del Ristoro.

  Per rappresentare l’eccezionale biodiversità gastronomica del nostro Paese, a Fico ci saranno ristoranti e bistrot, chioschi e trattorie, bar e locali “stellati” di cuochi al lavoroalta cucina. Fico, infatti, è l’unico luogo dove speri­mentare dal vivo le filiere del cibo italiano dal campo alla forchetta: il Ristoro utilizzerà gli ingredienti in vendita nel grande Mercato e realizzati dalle 40 Fabbriche di produzione all’interno del Parco, in un “circuito” che vuoi limitare gli sprechi e realizzare un modello di produzione e consumo che promuova la dieta mediterranea, la salute, il rispetto dell’ambiente, la valorizzazione della cultura del cibo italiano.

   Saranno ben 16 i ristoranti: Le Soste dello chef stellato Enrico Bartolini, che ospiterà a rotazione cuochi e ristoranti dell’omonima associazione, quelli della carne, della pasta, dell’orto, del pesce, dell’ulivo, la pizzeria, l’osteria del culatello e quella dei Borghi più belli d’Italia, il bistrot della patata, il Bell’Italia, L’osteria del Fritto, la Birreria, l’Acetaia, la Vineria, cuochi all'operail ristorante dei Tartufi. Ci saranno poi tanti Chioschi per assaggiare porchetta, arrosticini, piadina, borlenghi, polenta, friselle, baccalà, frutta, pollo del Campese, prosciutto San Daniele, specialità al barbeque, delle Marche e della Sardegna. E in molte delle Fabbriche ci saranno anche spazi di degustazione dei prodotti appena fatti. Per finire, anche una grande caffetteria centrale, le specialità siciliane dolci e salate, la gelateria, la cioccolateria e la biscotteria, e le aree del buon bere.

COS’È FICO Fico eataly world ,sarà il più grande parco agroalimentare del mondo. A Bologna, su una estensione di 8 ettari, Fabbrica Italiana Contadina racchiuderà la meraviglia della biodiversità italiana attraverso:  2 ettari di campi e stalle all’aria aperta, 6 ettari coperti, con : 40 fabbriche, 6 aule didattiche, 40 luoghi ristoro, botteghe e mercati, aree dedicate allo sport, ai bimbi, alla lettura e ai servizi, 6 grandi “giostre” educative, teatro e cinema i centro congressi modulabile, da 50 a 1000 persone.

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )