Cucina alle erbe aromatiche

Faraona al finocchio

faraona al finocchio

Ingredienti per 5-6 persone: 2 piccole faraone, gr. 40 di pancetta, gr. 50 di burro, una cipolla, alcuni rametti di finocchio selvatico, mezzo bicchiere di vino bianco secco, un mestolo di brodo, 6 cucchiai di panna liquida, sale, pepe.

Tempo di preparazione: un’ora e 15 minuti.

Come si prepara. Preparate le faraone alla cottura, fiammeggiatele, lavatele, tagliatele a pezzi regolari. Soffriggete la cipolla e la pancetta tritate n una pirofila, senza aggiunta di condimento: quando entrambe saranno ben rosolate, unite i pezzi di faraona, lasciateli dorare uniformemente, aromatizzandoli con i rametti di finocchio, salateli e pepateli.

Dopo 10 minuti bagnate la preparazione con il vino bianco. Lasciatelo evaporare bene poi unite la panna e il brodo caldo. Coprite la pirofila con un foglio di cara d’alluminio, mettetela nel forno precedentemente scaldato e ultimate a cottura.

Come si presenta. Servite le faraone ben calde, ricoperte con il loro sugo di cottura e guarnite con finocchio selvatico. Accompagnatele con patate cotte al vapore.
Il vino da abbinare: Grumello, colore rosso rubino vivace, profumo caratteristico, odore vinoso con sentore di fragola, sapore asciutto, corposo.

Acacia fritta

fiori di acacia

Ingredienti per 4-5 persone 75-20 grappoli di fiori d’acacia, un uovo, latte, tanna, zucchero semolate, zucchero vanigliato, olio per friggere.

Tempo di preparazione: 25 minuti Come si prepara. Raccogliete dei grappoli dì fiori perfettamente sani. Puliteli con delicatezza passandoli in un canovaccio umido, cercando di non staccarli. Fate la pastella con I’ uovo sbattuto, il latte e la farina necessari per ottenere un composto piuttosto liquido. Passatevi delicatamente i grappoli, uno alla volta, e tuffateli subito nell’olio bollente. Scolateli quando saranno ben fritti e metteteli ad asciugare su un foglio di carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso.
Come si presenta. Servite le frittelle d’acacia generosamente cosparse di zucchero semolato, e ben calde.

La difficoltà di questa preparazione sta nella delicatezza con la quale bisogna trattare i fiori d’acacia, per evitare che si rompano.

Il vino da abbinare: Lacrima Christi del Vesuvio, colore giallo paglierino chiaro, profumo bouquet lieve sottile e continuo, sapore secco senza asperità.

 

Minestra di cicoria.

cicoria in cucina

Ingredienti per 4 persone: Gr. 600 di foglie di cicoria selvatica, Iitri. 7,200 di brodo (anche di dado), gr. 100 di pancetta affumicata, 2 cucchiai di aceto bianco, 2 uova, 3 cucchiai di parmigiano grattugiato, 2 cucchiai d’olio, gr. 720 di riso, sale, pepe.

Tempo di preparazione: 50 minuti

Come si prepara. Mondate e lavate le foglie della cicoria, scolatele e spezzettatele. Cuocetele per un quarto d’ ora in acqua salata in ebollizione, quindi scolatele.

Mentre la cicoria cuoce, tagliate la pancetta a dadini, fatela soffriggere in un tegame di terracotta con l’olio, poi bagnatela con l’aceto che farete ben evaporare.

A questo punto versate il brodo caldo e, quando alzerà il bollore, aggiungete la cicoria e il riso. Cuocete a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto, fino a quando il riso risulterà cotto al dente.

Nel frattempo, in una zuppiera, battete le uova intere con il parmigiano e una spolverata di pepe fresco. Come si presenta.

Versate la minestra bollente sulle uova, mescolate velocemente con un cucchiaio di legno e servite subito.

Il vino da abbinare: Barbera d’Alba, colore rosso rubino intenso, profumo vinoso intenso, sapore largo, franco e leale.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )