Dolce e Dessertbrioche

Come tutti sanno il dolce ha sempre “coronato” un ottimo pranzo, è un qualche cosa che completa ed appaga il nostro gusto. Il successo di una padrona di casa viene spesso applaudito al comparire di un dolce sulla tavola.

Esso costituisce un tocco di raffinatezza un po’ come il ricamo di una tovaglia che, grazie a questo, viene subito impreziosita in modo particolare ed insolito.

Ma il valore del dolce non è solo un valore estetico o di gusto, esso serve infatti anche ad appagare quei momenti di stress e di monotonia quotidiana.

E’ stato affermato da medici esperti, che il dolce, specialmente quelli a base di cioccolato, costituisce un ottimo anti-depressivo naturale oltre che un alimento, dal potere altamente afrodisiaco.

Il dolce è spesso un’occasione di festa, di gioia, si sa, si mangia anche con gli occhi, si ammirano i  ciuffetti di panna e le ciliegine candite di una torta di compleanno, così come si può apprezzare un semplice “Pie” di mele.

Sotto qualsiasi veste il dolce è sempre ben accetto perché è il “re” delle pietanze.

Ma anche sotto l’aspetto dietologico è estremamente importante.

Chiunque segua una dieta, infatti,  sa bene di non dover eliminare completamente i grassi che costituiscono un alimento basilare per il fisico.

Una fresca crostata di frutta, integra nel modo migliore una dieta dimagrante.

E’ chiaro che bisogna misurare le quantità: se una persona deve perdere peso dovrà limitarsi ad una “fettina” di torta, costituiranno un aiuto per meglio attenersi ad un giusto regime alimentare.

Così i nostri ragazzi che spendono energie nello sport e nei giochi, hanno bisogno di una giusta dose di grassi che permetta loro di svolgere tutte queste attività senza quel fastidioso senso di spossatezza.

Nessuno ovviamente si deve rimpinzare di dolci se no, anziché trame un vantaggio, ne subirà un danno, sia dal punto di vista salutare che fisico.

Brioche a sorpresa

tempo: 40 minuti, difficoltà: nessuna; calorie per porzione: 1050

dosi per 4 persone: Una grossa brioche, 300 gr di frutta secca mista sminuzzata, 1 bicchierino di rum, 100 gr di cedro candito, 400 gr di gelato di crema e cioccolato, I bicchierino di rum forte o di alcol da frutta per fiammeggiare.

Vino non consigliabile

Acquistate dal fornaio una grossa veneziana dolce, del peso di circa 400 grammi e togliete la calotta superiore, scavandone via la mollica fino a lasciare uno spessore di circa tre centimetri. Mescolate la mollica alla frutta secca sminuzzata, precedentemente ammollata con un po’ di rum.

Fate una base sul fondo della brioche con questo composto, poi unite una manciatina di cedro candito sopra al ripieno.

Al momento di andare in tavola versate nella brioche quattro porzioni di gelato di crema e cioccolato (circa 4 etti) e chiudete con la calotta che avrete messo da parte.

Passate per cinque minuti la brioche, già disposta sul piatto di portata, in forno ben caldo, quindi togliete dal forno, versate in superficie della brioche il liquore o l’alcol da frutta e fiammeggiate, portando il dessert in tavola, a la fiamme.

Si tratta di una preparazione semplice ma di grande effetto, indicatissima anche nel corso di un pranzo elegante.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )