I cibi senza glutine, assunti prevalentemente dai celiaci, stanno prendendo sempre più piede anche tra gli appartenenti a quella fetta di società che non sono affetti dalla malattia. La motivazione principale sarebbe la falsa convinzione che queste pietanze siano meno grasse.

pane e spigheUn mito sfatato dagli esponenti dell’Associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane (Aidepi) e i nutrizionisti, i quali avvisano: “Non ha senso seguire una dieta senza glutine solo per dimagrire“.

Il nutrizionisti Pietro Antonio Migliaccio spiega: “Un etto di pane senza glutine, con quest’ultimo sostituito con carboidrati e grassi, ha le stesse calorie di uno che lo contiene, ma con una composizione in macronutrienti che, non essendo necessaria, potrebbe alterare le risposte metaboliche“.

E ancora, un altro esperto in materia, Andrea Ghiselli, aggiunge alle precedenti dichiarazioni: ”Non ha assolutamente senso togliere il glutine dalla dieta per chi non soffre di celiachia o di particolare sensibilità al glutine (una particolare condizione di intolleranza non celiaca al glutine). Il glutine è una proteina presente in molti cereali che, come tutte le proteine, ha un forte potere saziante per cui, al contrario, può aiutare a perdere peso

FEDERICA CARRETTA

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )