Cucinare con l’aceto

Salsa di capperi 1a versione

 

Ingredienti:150 g di capperi sottaceto, 2,5 kg di pomodori, 250 g di cipolle, 40 g di acciughe, 1 peperoncino rosso, 1 spicchio d’aglio, 1 foglia d’alloro, prezzemolo, un pizzico d’orìgano, zucchero di canna, 1 cucchiaio d’aceto di vino rosso, 50 g d’olio extravergine d’oliva, sale.

Tritate anzitutto il peperoncino e lasciatelo macerare per due giorni nell’olio. Quindi, dopo averli lavati, cuocete i pomodori affettati grossolanamente con aglio, cipolle affettate, prezzemolo, alloro e origano.

Aggiungete quindi le acciughe diliscate e passate tutto al setaccio. Fate restringere la salsa a fuoco moderato, aggiustate di sale e unite anche un poco zucchero per renderla meno aspra.

Unite infine i capperi e il peperoncino con l’olio di macerazione, mescolate con cura e infine portate in tavola.

Potete conservare la salsa in barattoli di vetro chiusi ermeticamente e riposti in un luogo buio e fresco o, preferibilmente, in frigorifero.

Salsa di capperi 2 a versione

Ingredienti:50 g di capperi sottaceto, •/ cucchiaio d’aceto di vino rosso,

1 cucchiaio di farina integrale di frumento, 60 g di burro, sale.

Fate sciogliere la metà del burro su fuoco assai moderato e incorporatevi la farina. Quando la salsa comincia a colorirsi leggermente, aggiungete anche il burro rimanente e, non appena si sarà sciolto, aggiungete un quarto di litro d’acqua, un pizzico di sale e i capperi finemente tritati. Lasciate bollire per qualche minuto, unite anche l’aceto e, a fuoco sempre assai moderato, lasciate che la salsa si restringa adeguatamente.

Servite in accompagnamento a patate, pesce o carni lessate.

Salsa di capperi 3a versione

80 g di capperi sottaceto,60 g. di olive verdi snocciolate, 1 cipolla, 1 cucchiaio d’aceto di vino rosso, farina integrale di frumento, burro.

Spremete anzitutto i capperi e tritateli assieme alle olive snocciolate, poi tritate anche la cipolla. Unite i due ingredienti e versateli in un tegamino dove sia stato sciolto il burro: ne basta una noce.

Lasciate rosolare per qualche minuto e aggiungete un po’ d’acqua, un po’ di farina e l’aceto. Quindi mescolate e lasciate bollire assai dolcemente sino a quando la salsa acquisti una consistenza morbida e cremosa, magari inserendo una retina frangifiamma sotto il tegame.

Questa salsa può insaporire un’insalata a base di patate, cipolle e carote, ma può accompagnare anche piatti di pesce, carne, uova lessate.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )