Cosa fare quando fa molto caldo

,
Bere molto quNDO FA CALDO  Temperature record e caldo torrido … Negli ultimi anni durante l’estate si sono verificate spesso temperature molto elevate e per lunghi periodi di tempo. Il caldo afoso, soprattutto se associato ad umidità elevata può incidere molto sul nostro benessere.

      A soffrire di più gli effetti pesanti dell’afa sono soprattutto gli anziani e i bambini perché hanno una ridotta capacità di termoregolazione.

      I Medici raccomandano di attenersi a comportamenti corretti “di difesa”: uscire di casa solo nelle ore di minore insolazione e non fare attività fisica in quelle più calde; esporsi al sole sempre con cautela, vestirsi con indumenti leggeri e comodi, di colore chiaro e fibre naturali (cotone), abbassare la temperatura corporea facendo bagni o docce con acqua tiepida, ma non fredda; bere spesso e consumare pasti leggeri

      Nelle case e negli ambienti di lavoro, in presenza di condizionatori, è opportuno che la temperatura impostata non sia inferiore di oltre 7/8 gradi da quella esterna. Nei condizionatori deve essere effettuata un’accurata pulizia dei filtri dell’aria e dei carboni attivi almeno una/due volte l’anno, comunque sempre prima dell’inizio della stagione calda.

      Questa operazione è indispensabile per rimuovere i batteri che si annidano nei filtri e che possono essere molto nocivi per la salute. Ma quali sono i primi disturbi “da calore” che ci devono allertare? Senso di debolezza, stanchezza improvvisa, vertigini, vista annebbiata, crampi, difficoltà di respiro, mal di testa con nausea, stato confusionale, difficoltà di respiro e aumento del battito cardiaco.

       In queste eventualità è necessario cercare un riparo senza perdere tempo (in ambiente fresco e ventilato), ma se i sintomi non si alleviamo, è meglio interpellare il Medico, se possibile, o recarsi al più vicino Pronto Soccorso.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )