Ma, allora, come va fatta la prima colazione?

mensa; bimbo affamatoCosa mangiano i bambini e i ragazzi tra i 3 e i 18 anni prima di andare a scuola? Secondo i dati raccolti scelgono quasi sempre il dolce

A fare da padroni sono i biscotti con il 75% delle preferenze. Seguono i cereali da prima colazione, muesli e riso soffiato (58%), dolci fatti in casa (43%) e merendine (38%). Yogurt, classico o alla frutta, per il 32%.

Un bambino su quattro (25-27%) sceglie pane o fette biscottate con creme spalmabili, marmellata o miele. Per tutti la bevanda preferita al pasto del risveglio è il latte.

Viene bevuto da solo (50%), con aggiunta di polveri al cacao (43%)  o con un po’ di caffè, soprattutto per i più grandi, nel classico caffelatte (32%) o cappuccino (23%).

Non mancano succhi di frutta e spremute confezionate (26%) o fresche (20%) che completano il quadro delle bevande più ricorrenti. E la frutta? Il suo consumo è un’abitudine solo per il 18% del campione.

Energia per tutta la mattina

Una colazione che è, tutto sommato, buona. Va bene “una colazione dolce a base di cereali, che danno energia per tutta la mattina e apportano zuccheri a lento rilascio. – commenta Luca Piretta – Sì anche al latte, perché garantisce la quota di proteine e grassi utili a stimolare il senso di sazietà, e contiene, inoltre, buone quantità di calcio e fosforo.

Ancora troppo bassi, invece, i consumi di frutta. Sarebbe importante proporla regolarmente fin dal primo pasto della giornata, magari provando con spremute, oppure preparando una sorta di dessert con lo yogurt”.

bimbo vuole le patatine: non le verdureI menù ideali del medico

Setta mamme su 10 ammettono di guardare bene le etichette dei prodotti che comprano. Un’abitudine giusta ma, delle volte, difficile da assecondare.

Per i medici, però, l’importante è partire da alcuni semplici concetti.“Noi medici – spiega  Piretta – lo ripetiamo da anni.

Prima di andare a scuola i bambini e i ragazzi non dovrebbero mai saltare la colazione o farla in maniera insufficiente o inadeguata. Dovrebbero iniziare con la giusta dose i carboidrati, bere sempre qualcosa e non dimenticare le fibre. 

Che le mamme italiane abbiano recepito il messaggio è un buon inizio, anche perché l’educazione a un corretto stile alimentare della giornata inizia proprio dalla scelta della giusta colazione, anche in base all’età del ragazzo”.

Parola d’ordine, quindi, non eccedere con le quantità e adeguarle all’età e alle caratteristiche dei propri figli.cucina bimbi colazione con mamma

Per aiutare le mamme a districarsi tra numeri e percentuali, Luca Piretta propone due idee di menù pensate per bambini di età diverse.  

“Un menù intorno alle 400 kcal, indicato per un bambino di 6-10 anni, può essere composto da una tazza di latte parzialmente scremato da 150 cc (o uno yogurt magro alla frutta senza zucchero), una fetta di pane tostato con marmellata o miele, due biscotti con i cereali  e una spremuta d’arancio o un kiwi.

Per un ragazzo tra gli 11 e i 18 anni, con un fabbisogno calorico giornaliero complessivo tra le 2500 e le 3000 calorie, si potrebbe proporre una colazione tra le 500 e le 600 kcal composta da una tazza di latte parzialmente scremato da 200 cc con aggiunta di cereali (80 gr) oppure tre fette biscottate con marmellata (da alternare un paio di volte a settimana con crema spalmabile), due o quattro biscotti frollini, una spremuta d’arancio o un kiwi”.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )