Colazione e rendimento scolastico

I consigli per iniziare al meglio la giornata

07_02_13_nuova07Se i vostri figli non riescono a mantenere la giusta concentrazione in classe e la media dei voti risulta essere bassa potrebbe essere utile modificare le abitudini del primo mattino: una corretta colazione è uno dei presupposti per un miglioramento anche dei profitti scolastici.

Un sondaggio su 1112 studenti tra gli 11 ed i 19 anni indica che almeno il 30% di ogni fascia diserta la prima colazione.
Il primo pasto della giornata dovrebbe garantire il 15-20% del fabbisogno calorico giornaliero tenendo, comunque, sempre in considerazione le differenze di sesso e di attività fisica svolta.
Un ragazzino di 13 anni che esercita un’attività sportiva necessita di 2400-2500 calorie giornaliere, al contrario della sua compagna di classe che deve attestarsi sulle 2000.
Per i ragazzi più sedentari della stessa fascia di età non si dovrebbero superare le 1900 calorie al giorno, anche se sono …

anche se sono proprio questi ultimi a mangiare di più.
La prima colazione interrompe il digiuno notturno che altrimenti supererebbe le 14-16 ore, garantisce l’energia per affrontare la mattinata e permette di evitare la sensazione di fame a metà giornata.
Una buona colazione può andare da un ciambellone fatto in casa o da cereali possibilmente integrali o muesli, un quadretto di cioccolata con del pane, del latte con cacao amaro e magari della frutta fresca: attenzione ai biscotti naturalmente carichi di calorie.
Per la pausa di ricreazione dotate i vostri figli di cracker o yogurt magro o frutta o pizza a basso condimento. Da non dimenticare l’acqua, che per le ragazzine è consigliata ricca di calcio per favorire un adeguato picco di massa ossea in costruzione proprio in queste fasce di età.
Leggi altre informazioni
17/04/2012 E.F.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )