Prima colazione e brunch di torte all’italiana

Fino a pochi anni fa nella maggioranza  delle famiglie italiane praticamente non si faceva una vera colazione: solo un caffè o un caffelatte o poco più..Un pasto che era considerato poco importante nella nostra tradizione nazionale, anche se la bevanda canonica  protagonista del nostro risveglio, il caffè con latte, costituisce da tempo uno dei riti più classici della nostra cultura gastronomica.colazione in casa

Per altri popoli, e altri paesi, il pasto del buongiorno è invece tutt’altro che trascurabile: dal famoso breakfast anglosassone alla ricca colazione dell’area germanica e mitteleuropea, a quella esotica dall’Estremo Oriente fino al Messico… e al brunch, il pasto inventato dagli americani per i giorni di festa, che mette insieme, anche linguisticamente, il breakfast e il lunch.

Le usanze sono molte e diversissime come le consuetudini, i cibi e le bevande che nei cinque continenti ritemprano, dopo il sonno, il fisico e gli umori, predisponendoli ad affrontare una nuova giornata, apparecchiate su una tavola elegante o su una semplice stuoia, su un vassoio o su una foglia, su un tappeto o su un buffet.

Noi proponiamo una prima colazione e un brunch tradizionali italiani

CAFFÈ E LATTE.

A seconda dei gusti il caffè può essere lungo, fino a riempire la tazzina, o lunghetto (arrivare a due terzi) o ancora ristretto. Alcuni lo preferiscono macchiato con un goccio di latte caldo oppure freddo (in gergo macchiato caldo o macchiato freddo).

Se la macchia di latte di estende e si dilata fino ad avere il sopravvento, invece che di caffè macchiato si tratta di latte macchiato, servito di solito in un -bicchiere. Quando il rapporto latte-caffè è più equilibrato, ecco il cappuccino, che si arricchisce di sfumature e rifiniture importanti: c’è la schiuma del latte, prodotta ad arte dal barista, (o con una macchina espresso casalinga moderna).

A casa il cappuccino si chiama caffelatte e si serve in tazze che permettono di intingere pane, burro e marmellata, biscotti e torte. colazione al bar

CAPPUCCIO CASALINGO

Per una persona versate, in una caffettiera moka da 2 tazzine, latte al posto di acqua. Nel filtro aggiungete caffè macinato in dose per una tazza; quindi procedete come per fare un normale caffè. Avrete un caffelatte casalingo simile al cappuccio del bar.

CAFFELATTE  ALL’ANTICA

Ingredienti per 2 persone 1 cucchiaino di caffè macinato, 2 tazze di latte, zucchero, burro

Versate il latte in un pentolino, unite il caffè macinato, portate a ebollizione, lasciate depositare un attimo, poi versate il caffelatte nelle tazze passandolo attraverso un colino.

 Aggiungete un fiocchetto di burro in ogni tazza e zuccherate a piacere.

TARALLI AL MIELE

Ingredienti per circa 20 grossi tardili, 500 g di pasta da pane, 2 uova, 70 g di miele piuttosto liquido, 2 cucchiai di olio d’oliva, burro, farina

Incorporate alla pasta da pane, le uova, l’olio e il miele fatto intiepidire a bagnomaria per renderlo più liquido. Lavorate bene, poi suddividete l’impasto in tanti pezzi che metterete sul tavolo infarinato. Arrotolandoli con le mani date a ogni pezzo la forma di un bastoncino rotondo dello spessore di un dito e della lunghezza di circa 20 centimetri.

Riunite poi le due estremità formando una ciambellina. Man mano che i taralli sono pronti, allineateli sulla lastra del forno imburrata e infarinata, lasciandoli lievitare in luogo tiepido per qualche ora, poi infornateli per una ventina di minuti a 180 gradi.

BRUNCH DI TORTE

Torta di carciofi, torta di formaggio, torta di ciliegie, torta di pere, tè, caffè

Ingredienti per 4 persone

Torta di carciofi

220 g di farina 100 g di burro qualche goccia di limone; 8 carciofi, 1  cipolla;  prezzemolo tritato; 2 cucchiai di olio d’oliva;  200 g di ricotta piemontese; 2  uova; 1  cucchiaio di parmigiano grattugiato; sale e pepe

Impastate velocemente la farina, il burro, un po’ di sale con l’acqua fredda necessaria a ottenere un impasto morbido e mettete a riposare.

Mondate i carciofi, tagliateli a spicchi sottili e sbollentateli in acqua salata per pochi minuti. In una padella fate soffriggere la cipolla nell’olio, indi unite i carciofi, il prezzemolo, sale e pepe e cuocete al dente. Levate dal fuoco e mescolate alle verdure la ricotta, le uova e il parmigiano.

Stendete l’impasto in una teglia da forno, coprite con il composto di carciofi e cuocete in forno a 200 gradi per circa mezz’ora.

Torta di formaggio:

220 g di farina integrale; 100 g di burro; 400 g di formaggio bianco fresco; 3 cucchiai di latte 3 tuorli; 2 cucchiai di parmigiano grattugiato; 1 tazza di prezzemolo tritato; sale e pepe

Impastate farina, burro e poco sale unendo tanta acqua quanto basta a ottenere un impasto morbido e lasciatelo riposare al fresco per almeno due ore. Poi stendetelo in una pirofila unta di burro e cuocete in forno a calore medio per quindici minuti.

Intanto sbattete con una frusta gli ingredienti rimasti, salate e pepate e versate sulla pasta. Rimettete la pirofila in forno e fate cuocere finché la torta sarà di un bel colore dorato.

Torta di ciliegietorta di ciilegie

600 g di ciliegie nere 170 g di farina 100 g di burro 80 g di zucchero 30 g dì fecola 1 bustina di lievito scorza di limone grattugiata.

Lavate e snocciolate le ciliegie. Setacciate farina, fecola e lievito, impastate rapidamente tutti gli ingredienti tranne le ciliege e fate riposare il composto in luogo fresco per mezz’ora. Lavate e snocciolate le ciliegie. Spianate metà dell’impasto e stendetelo in una tortiera unta di burro di 22 centimetri di diametro.

Disponetevi sopra le ciliegie e coprite con l’altro disco di pasta, facendolo aderire al primo. Infornate per quarantacinque minuti a 160 gradi. Indi sfornate, lasciate raffreddare, cospargete con zucchero vanigliato e servite.

Torta di pere

500 g di pere, 112 litri, di latte, 100 g di zucchero, 3 uova, 1 limone.

Tagliate le pere a fettine e disponetele ordinatamente in una tortiera antiaderente di almeno 22 centimetri di diametro. In una terrina sbattete le uova con lo zucchero unendo il latte e la scorza grattugiata del limone.

Versate il composto sulle pere e infornate a 180 gradi per circa un’ora. Servite il dolce tiepido oppure freddo accomgnato da panna liquida.

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )