Asparago con Mostarda: ricetta veloce

Asparago

(Asparagus officinalis) liliaceae

L’asparago, la più delicata delle verdure, da il meglio di sé se gustato fresco. Questo, aggiunto al fatto che gli asparagi sono piuttosto costosi, li rende ospiti obbligatori dell’orto.

punte di asparagiÈ una pianta perenne e bisogna scegliere la sua sistemazione con cura; 20 anni sono la vita minima, con i migliori raccolti quando è maturo.

Usando un po’ di attenzione, gli asparagi si possono raccogliere anche per 2-3 mesi, sebbene la stagione migliore duri da 6 a 8 settimane.

I Romani e i Greci coltivavano questa pianta più di 2000 anni fa; oggi la si può trovare ancora allo stato selvatico in Gran Bretagna e in Europa, fino all’Asia centrale.

Rappresentante della famiglia dei gigli, veniva coltivata nei giardini inglesi nel 1534.

Valore nutritivo

II nome specifico dell’asparago lo tradisce; una volta era un’erba medica ufficiale, conosciuta per le sue proprietà diuretiche e lassative. Il potassio è il minerale contenuto in notevole quantità, ma sono presenti apprezzabili quantità anche di vitamina C e di carotene.

Usi gastronomici

Le punte verdi sono la parte più tenera e più saporita – i “gambi” bianchi diventano progressivamente più duri, sebbene siano più larghi e più succulenti di quelli fini, verdi, usati spesso per le minestre. Di solito, gli asparagi vengono bolliti o stufati, e serviti caldi o freddi con burro fuso, maionese o altri tipi di salse.

Coltivazione

II terreno per asparagi deve essere attentamente preparato con vangatura e concimazione, e, soprattutto, deve essere liberato dalle erbacce. Quando le piante sono a dimora è praticamente impossibile sradicare erbacce quali il convolvolo, o la gramigna e, a causa loro, gli asparagi non raggiungeranno mai il massimo del loro potenziale di raccolto.

II tagliare troppi asparagi in una stagione darà come risultato la crescita di tanti, ma piccoli “gambi” l’anno dopo.

La raccolta dovrebbe essere interrotta tra l’inizio e la metà dell’estate, in modo da permettere ai rimanenti germogli di raggiungere la piena maturità: così che la corona e le radici possano essere nutrite e quindi svilupparsi.

Sebbene succeda raramente, in inverni particolarmente rigidi è consigliabile collocare sulle piante una protezione costituita da paglia. Nella tarda primavera le gelate potrebbero danneggiare le cime. I raccolti più abbondanti li danno le piante maschio.

L’unico vero problema che potrebbe sorgere è dato dalla criocera degli asparagi, che è abbastanza vorace da indebolire seriamente le piante.

Proprietà – Agisce sui reni con una potente azione di drenaggio, quindi ha effetti diuretici e disintossicanti.

L’azione che svolge è veramente potente, tanto da renderlo inadatto ai sofferenti di calcolosi renale e a tutti i malati in genere.

Uso. Il suo uso, quindi, può essere esclusivamente preventivo.

Gli asparagi si mangiano in primavera, al ritmo di 2-3 volte alla settimana in alternativa ad altre verdure dal potere disintossicante.

Ricetta:  Asparagi con mostarda:

1 kg di asparagi; 50 g di burro, morbido; 4 tuorli d’uovo; 2 cucchiaini di mostarda francese a grana grossa.

Preparazione: Pelare la parte inferiore di ogni asparago, spuntare le basi e legarle in quattro gruppi. Metterle in piedi in una pentola alta, aggiungere acqua bollente e sale ma lasciare scoperte le cime.

Coprire il resto con un coperchio (o un foglio a cupola) e bollire per circa 20 minuti, finché i gambi siano teneri. Scolare.

Mettere su un piatto di portata caldo e tenere in caldo mentre si prepara la salsa. Sbattere i tuorli fino a farli diventare leggeri e soffici, aggiungere il burro e la mostarda e sbattere ancora per amalgamare il tutto.

Versare sugli asparagi e servire.

interlinea

 

 

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )