Cappelletti al ragù minestra

I romagnoli considerano i cappelletti il primo piatto che più li rappresenta, ma non esiste una vera ricetta codificata, in quanto ogni famiglia la interpreta a modo proprio. Il ripieno può esse­re di solo formaggio, di formaggio e carne di pollo oppure di formaggio e carne di pollo e maiale. Si mangia­no sia in brodo che con il ragù.

Anche il formaggio di Castel San Pietro, che ha origini antichissime, utilizza­to da solo, è un ripieno molto adatto quale compenso dei cappelletti.

cappelletti al sugo

Ingredienti

Per la pasta 200 g di farina di grano tenero 00 – 200 g. di farina di grano duro rimacinata – 240 g di uova, preferibilmente d’anatra

Per il ripieno – 300 g di formaggio di Castel San Pietro oppure Casatella -100 g di Parmigiano Reggiano 24 mesi – 2 uova – noce moscata q.b.

Per il ragù – 500 g di ragù alla bolognese (vedi ricetta “Ragù alla bolognese”).

Procedimento

Per il ripieno: in una ciotola grattugiate con grattugia a fori lar­ghi il formaggio di Castel San Pietro, unite il Par­migiano Reggiano anch’esso grattugiato, le uova e un tocco di noce moscata. Impastate con le mani il composto.

Per i cappelletti: stendete la pasta sul tagliere di legno con il mattarello fino a renderla sottile ma non troppo.

Con lo sperone liscio tagliate dei qua­dretti di circa 4 cm di lato e al centro di ogni qua­drato collocate una noce di ripieno; quindi, piega­te la pasta a triangolo facendo combaciare i lati che devono aderire, unite i lembi in orizzontale e schiacciate: ne uscirà una forma che ricorderà un cappello a forma di feluca.

Man mano che saranno pronti riponeteli su un ri­piano (preferibilmente un telaio con una rete).

Procedimento:

Per il ripieno: in una ciotola grattugiate con grattugia a fori lar­ghi il formaggio di Castel San Pietro, unite il Par­migiano Reggiano anch’esso grattugiato, le uova e un tocco di noce moscata. Impastate con le mani il composto.

Per i cappelletti: stendete la pasta sul tagliere di legno con il mattarello fino a renderla sottile ma non troppo.

Con lo sperone liscio tagliate dei qua­dretti di circa 4 cm di lato e al centro di ogni qua­drato collocate una noce di ripieno; quindi, piega­te la pasta a triangolo facendo combaciare i lati che devono aderire, unite i lembi in orizzontale e schiacciate: ne uscirà una forma che ricorderà un cappello a forma di feluca.

Man mano che saranno pronti riponeteli su un ri­piano (preferibilmente un telaio con una rete).

Allestimento: portate l’acqua a ebollizione, salate e tuffatevi i cappelletti. Lasciate cuocere a fuoco medio per almeno 3-4 minuti. Scolateli, saltateli in padella con il ragù e del Parmigiano Reggiano (che aggiungerete anche una volta impiattato il tutto).

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )