BISCOTTINI DI PRATO (CANTUCCI)   

Sono biscotti croccanti e dora­li ottenuti tagliando trasversalmente, ancora caldi, dei filoncini lunghi 30-50 cm. e larghi 3, impastati con farina, uova e zucchero, farciti con mandorle intere (20% circa) e pinoli (2%), e spennellati con uovo sbattuto. La ricetta risale al tempo dei Medici, che a loro volta l’a­vevano recepita dai pasticceri al segui­to di Isabella d’Este, di passaggio per Roma.

La produzione dei cantucci, oggi diffusa in tutta la regione, nei panifici e nelle pasticcerie artigianali, è storica pre­rogativa di Prato, dove non a caso si tro­vano alcune fra le più belle ville medi­cee. I cantucci di Massa Marittima, nel Grossetano, ben rinomati, si distinguono per l’aroma di limone.

Questi biscotti di lun­ga conservazione perché mol­to secchi, proprio per la loro consistenza sono ideali da inzuppare nel Vin Santo. Signi­ficativo della loro fama è il fatto che alcune delle canti­ne più importanti della Tosca­na li abbiano abbinati alle proprie bottiglie in eleganti confezioni che prendono la via della grande distribuzione in Italia e all’estero.

Caantucci

Ingredienti: 500 gr di farina bianca; 500 gr di zucchero semolate; 200 gr. di mandorle; 50 gr. di nocciole tostate; 4 uova; un’arancia con scorza sana; una bustina di vanillina; un cucchiaino di carbonato d’ammonio (oppure lievito in polvere); poco burro e un poco di farina per la placca del forno; sale.                                                         

Preparazione: Pelate le mandorle, stendetele su una placca e mette­tele nel forno, non molto caldo, lasciandole asciugare bene ma senza farle colorare, poi tritatele grossolana­mente; tritate allo stesso modo anche le nocciole.

Versate su di una spianatoia la farina setacciata, lo zuc­chero, la vanillina, la scorza grattugiata dell’arancia ben lavata, mezzo cucchiaino da caffè di sale e il lievito.

Mescolate e fate una fontana; ponete al centro le uova e impastate bene il tutto: aggiungete le mandorle e le nocciole, continuate a lavorare la pasta sin a che queste si saranno ben distribuite.

Accendete il forno e portatelo a 210°C; dividete la pasta in 2-3 pezzi e formate dei salsicciotti del dia­metro di circa 3 cm; poneteli distac­cati l’uno dall’altro sopra una o due placche imburrate e infarinate.

Fate cuocere per 15-20 minuti, portando il forno a 200°C.

Appena la pasta inizia a colorirsi, toglie­tela dal forno e lasciatela raffreddare, quindi con un coltello seghettato taglia­te i salsicciotti di sbieco a fette alte circa 2 cm. Ponete le fette di nuovo sulla placca e rimettetele in forno a 160°C, facendole asciugare bene.

Se volete che i biscotti durino qual­che giorno, conservateli, in un con­tenitore chiuso, in luogo asciutto e pesco.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )