Calendario semine e raccolti: Ottobre 2013

Cosa fare a Ottobre

Luna calante dal 1 al 5 del mese e dal 20 al 31

primo quarto, luna crescente, dal 6 al 12 .

Foto uvaNell’orto

Si seminano all’aperto lattughe, patata nelle regioni calde, spinacio, valerianella.

Si piantano all’aperto bulbilli d’aglio.

Si trapiantano bietola da costa, bietola da taglio, cipolla, finocchio.

Si imbianchiscono cardo, finocchio, porro, radicchio, indivia,scarola.

Si scalza l’asparagiaia.

Si concima in previsione delle prossime semine.

Nel frutteto

Si concima e si pacciama.Foto2

Si vendemmia.

Si raccoglie la frutta di stagione.

Si potano gli agrumi coltivati in vaso.

Si tagliano gli alberi destinati a produrre legna da ardere.

Nella cantina

Si pigia l’uva: la fermentazione del mosto è più lenta e regolare.

Si procede alla chiarificazione.

Nel giardinoFoto3

Si eliminano le cime sfiorite di alberi e arbusti da fiore nei climi miti, nelle regioni più fredde si a-spetta invece la primavera.

Si potano i rosai, pulendoli e svecchiandoli.

Si estirpano e conservano i bulbi che hanno terminato la fioritura.

Si ricoverano le piante semirustiche sensibili al freddo.

Si procede all’ultimo taglio del prato.

I crisantemi in vaso, dopo essere stati scacchiatì, vanno portati al riparo se i boccioli non ingrossano.

Luna crescente

dal 6 al 12 del mese

Nell’orto

Si semina il pisello e fave nei climi miti.

Si pianta all’aperto il ravanello.

Si dividono i cespi e si moltiplicano piante aromatiche e officinali.

Si trapianta la salvia.

Nel frutteto

Si preparano i nuovi impianti di piccoli frutti e di fragola rifiorente.

Si seminano i noccioli delle drupacee per ottenere nuove piante.

Si mettono a dimora le conifere

Foto4

Nel giardino

Si seminano in coltura protetta le annuali da fiore che verranno piantate a fine inverno.

Si piantano le biennali seminate in luglio. i bulbi e i rizomi a fioritura precoce, alberi e arbusti sempreverdi a radice nuda.

Si fanno talee, margotte e propagginiti sempreverdi e di arbusti da fiore come laforsizia.

Si dividono e ripiantano i cespi delle erba cee perenni e dei gigli.

Si tosa il prato per l’ultima volta e, nei clini miti, si impianta, si rappezza e si trasemina.

Si mettono a dimora le conifere.

foto5

Raccolta del mese

Si raccolgonobarbabietola, basilico, cardo, carota, cavolfiore, cavolo broccolo, cavolo verza, cavolo rapa, cavolini di Bruxelles, cavolo cappuccio, fagiolo e fagiolino.

e ancora indivia, finocchio, lattughe, melanzana, peperone, porro, pomodoro, radicchi, rapa, sedano da costa, spinacio, “zucca, zucchina.

Barca usata nelle risaie

Si raccolgono nel frutteto caco, castagna, fico, lampone, kiwi, mela, mela cotogna, noce, pera, uva.

Nell’orto-frutteto mediterraneo arancia, carruba, mandarino, uva da tavola.

foto6Il mese lunare si suddivide principalmente nelle due fasi crescente e calante.

«Gobba a Ponente, luna crescente – gobba a Levante, luna calante».

Chi non riesce a orientarsi osservando la luna, non capisce mai se sia crescente o calante, si può memorizzare; quando la gobba ricorda la forma di una D (>) la luna è crescente, “D cresce” mentre quando ricalca la forma di una C (<) è calante “C.cala“.

Quando dobbiamo seminare un cereale, i cereali vanno seminati a luna crescente nei segni di fuoco possibilmente ariete o leone. Se non fosse possibile seminare in questi giorni si può fare con la luna discendente. Il risultato sarà leggermente inferiore ma sempre buono.

La raccolta del cereale va effettuata a luna ascendente.

Quando la luna è nel periodo ascendente favorisce la salita della linfa verso le sommità della pianta, per questo è il periodo migliore per innestare e per il raccolto dei frutti.

Il periodo discendente favorisce lo sviluppo radicale, vanno eseguiti i lavori di potatura degli alberi e delle siepi così si perde meno linfa, i trapianti, la concimazione e la raccolta delle radici.

La tradizione contadina è legata alle Fasi Lunari, ma non sono di secondaria importanza le caratteristiche del territorio, il clima e l’esperienza

È un moto lunare che governa la riproduzione.

La tradizione consiglia di fare determinati lavori in luna crescente (semina di cereali, di fiori, di ortaggi da frutto e da foglia, eccetto quelli che vanno in semenza come lattuga e spinaci, taglio di legna da ardere, potatura di alberi deboli, innesto a spacco, raccolta di erbe medicinali e di ortaggi da radice e da frutto) ed altri in luna calante (semina e trapianto di ortaggi da radice e dei bulbi, taglio di legna da costruzione, potatura di alberi vigorosi, innesto a gemma, prelevamento delle marze, sfrondatura, raccolta di frutta e di verdure a bulbo, vendemmia, mietitura).

  • La tradizione consiglia di attendere la Luna Crescente per:
  • seminare i cereali;
  • seminare ortaggi da frutto e da foglia ma non quelli che tendono ad andare in semenza (come lattughe e spinaci);
  • potare gli alberi deboli (ideale la Luna Nuova);
  • raccogliere erbe officinali;
  • raccogliere ortaggi da frutto (fagioli, piselli, lenticchie, soia, mais, pomodori, peperoni, cetrioli, zucchine, zucchini…);
  • raccogliere ortaggi da radice (barbabietola, rapa, carota, ravanello…);
  • effettuare innesti a spacco;
  • (semina di cereali, di fiori, di ortaggi da frutto e da foglia, eccetto quelli che vanno in
  • semenza come lattuga e spinaci, taglio di legna da ardere, potatura di alberi deboli, innesto a spacco, raccolta di erbe medicinali e di ortaggi da radice e da frutto)
  • La tradizione consiglia di attendere la Luna Calante per:
  • seminare e trapiantare ortaggi da radice taglio di legna da costruzione;
  • potare alberi in pieno vigore, sfrondare;
  • effettuare innesti a gemma;
  • prelevare le marze;
  • raccogliere frutta e verdura a bulbo (cipolla, aglio, scalogno…);
  • vendemmiare;
  • mietere;

DAL CALENDARIO DI BACCO (Dio Greco del vino della fertilità e della vegetazione)

La tradizione lunare consiglia di imbottigliare:

al primo quarto, in fase di luna crescente, per ottenere vini frizzanti.

all’ultimo quarto, in fase di luna calante, i vini a lungo invecchiamento. con la luna piena si può imbottigliare qualsiasi tipo di vino.

La luna ideale per imbottigliare è comunque la prima luna nuova di primavera. (Marzo: lunazione di Primavera)

foto7
Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )