Boletus satanas  Porcino malefico

Tossicotriangolo tossico

 

Fungo Porcino malefico

Porcino Malefico

         Carne: biancastra, solo parzialmente con toni giallognoli, all’aria assume tonalità azzurre per ritornare biancastra dopo un po’ di tempo.

        Gambo: tozzo, pieno, robusto, molto ingrossato alla base, ricoperto da un fine reticolo giallo in alto e rosso nella parte sottostante.

       Tubuli: lunghi, sottili, giallastri all’inizio poi olivastri, pori rotondi, piccoli, gialli poi rossi, al tocco divengono azzurri. Odore leggermente sgradevole, sapore dolce.

       Spore bruno-olivacee, fusiformi. È l’unico boleto veramente tossico anche se non velenoso.

        Habitat: cresce dalla tarda primavera fino alla tarda estate in boschi di latifoglie.

       Nota: sono molto simili il B. lupinus e B. Le Galliae con differenze dal B. satanas che si riscontrano soprattutto sul gambo; entrambi sospetti di provocare qualche disturbo.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )