Birre artigianali dove non te le aspetti: Rieti e Montefiascone

Da Montefiascone a Rieti, passando per Ostia: sono queste le insospettabili località in cui vengono prodotte le birre artigianali premiate a Nettuno con il ‘Boccale d’Oro’.

L’onorificenza è stata conferita da una giuria di esperti in una manifestazione organizzata da Arsial, l’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio, con Giulio Somma, in collaborazione con l’Associazione culturale Babaloo.

Promuovere un consumo moderato e di qualità è l’obbiettivo del progetto. «Questa iniziativa – ha dichiarato Aurelio Lo Fazio, Assessore alle politiche agricole della provincia di Roma – mira a valorizzare le birre del Lazio, regione che è una vera e propria miniera di trovate. Le birre – ha concluso – non sono seconde a nessuno e compito delle istituzioni è promuovere e sostenere i nascenti settori di sviluppo».

Differenti categorie per differenti tipi di birra, dalle chiare a bassa fermentazione alle ambrate o aromatizzate, ecco le migliori: Il birrificio Birradamare con ‘Roma’; Birra del Borgo con ‘Enkir’; birrificio Turan con ‘Fugace’ e ‘Sfumatura’; Birra del Borgo con ‘Keto-Repoter’, una birra aromatizzata al tabacco. Il premio speciale ‘La Zia Ale’ è stato assegnato al birrificio Turbacci con la sua versione di ‘LaZiaAle’; un’iniziativa che ha coinvolto tutti i birrifici aderenti ad A. Bi. Lazio.

L’Associazione dei birrai ha infatti creato un prodotto partendo da una base simile, facilmente reperibile su tutto il territorio regionale e l’ha arricchito con prodotti e fragranze tipiche dei luoghi di provenienza di ogni birrificio, come carciofi o cicoria. «Il premio Boccale d’Oro – ha detto Alessandro Bernardi, presidente Associazione Babaloo – ha la pretesa di testare continuamente la qualità della produzione birraia del Lazio e far conosce al grande pubblico le produzioni del territorio».

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )