Benessere psicofisico con le erbe aromatiche

Tutti i popoli della terra hanno utilizzato da sempre le erbe nell’alimentazione, per curare le malattie, migliorare il proprio aspetto fisico, adornare il volto e il corpo, oppure per ricavarne benefìci che non possono essere strettamente definiti curativi.erbe aromatiche preparazione

Alla cosmesi e alle sue innumerevoli usanze sono dedicati interi volumi, ma non bisogna dimenticare la profonda relazione che sussiste tra l’aspetto esteriore e il benessere psicofisico.

Dunque non si tratta solamente di una questione estetica, poiché l’uso dei cosmetici non può donare un aspetto attraente a chi non l’ha o trasformare una persona in un’altra.

In particolare l’epidermide rispecchia la condizione di salute generale del corpo: troppo spesso oggi si è suggestionati in mille maniere dall’importanza dell’aspetto esteriore, quasi come se la pelle fosse un involucro separato dall’insieme della persona e degradandola a una sorta di carrozzeria.

 Il volto, l’epidermide, il tono muscolare sono lo specchio della vita che ognuno conduce e quindi sono profondamente influenzati dalla dieta, dall’esercizio fisico, dalla qualità del riposo e in generale dalla cura che rivolgiamo al nostro corpo.

Il benessere è intimamente connesso alla salute e anche alla considerazione di sé e, quindi, la salute del corpo e la cosmesi sono un valido aiuto per l’equilibrio psicofisico di molte persone. In questo senso la condizione di benessere può essere raggiunta percorrendo diverse strade e con l’ausilio di molteplici mezzi: uno di questi è sicuramente l’impiego delle erbe.

Bagni a base di erbe

II bagno è un grande momento di relax e di ricongiungimento col proprio corpo dopo una giornata faticosa o stressante: la funzione tonificante di un bagno profumato era già nota nella Roma imperiale e infatti ogni città di una certa importanza aveva le sue terme. I romani mettevano spesso della lavanda nelle acque riscaldate con la duplice funzione di renderle più gradevoli e di disinfettarle. Oggi i bagni a base di erbe si fanno per diversi motivi: perché rinfrescano, stimolano, tonificano, ammorbidiscono la pelle, rilassano i muscoli e le giunture.

Proponiamo qui l’utilizzo di alcune erbe da aggiungere all’acqua del bagno. Ognuno potrà trovare la ricetta più adatta ai propri gusti ed esigenze.

Bagno all’alloro

Adatto per coloro che soffrono di insonnia dovuta a eccessivo stress. Macerate circa 400 g di bacche di alloro per due giorni in due Iitri d’acqua. Filtrate l’acqua con una pezzuola e versatela nella vasca da bagno. Riempite la vasca: il bagno sarà profumato e rilassante.

Bagno alla lavanda

Ingredienti: 200 g di bicarbonato di sodio, 100 g di acido tartarico, 30 g di amido da bagno, 130 g di olio di mandorle, 15 g di essenza di lavanda e 10 g di essenza di bergamotto. Tutti gli ingredienti devono essere versati in una grande ciotola e impastati con un cucchiaio possibilmente di legno: l’ideale sarebbe possedere un mortaio di marmo.

Mescolati gli elementi e ottenuta una pasta omogenea, versatela in un barattolo che terrete a portata di mano in bagno. Ne userete un cucchiaino per volta.Bagno aromatico

Bagno alla melissa

È un bagno con effetti calmanti, oltre che profumato e delicatissimo. Se avete la possibilità di disporre di foglie di melis- fresche, coglietene una bella manciata assieme  alle sommità fiorite e, dopo averle lavate, ponetele in un catino pieno d’acqua fredda.

Dopo un paio d’ore travasate l’acqua nella vasca da bagno e strizzate i fiori tra le mani in modo da farne uscire l’umore.

Bagno al rosmarino

In una pentola contenente 5-6 I d’acqua fate bollire una grossa manciata di foglie pulite di rosmarino fresco. Lasciate che il decotto si intiepidisca prima di colarlo attraverso una pezzuola e strizzate bene. Versate il decotto nella vasca da bagno aggiungendo anche, se vi piace, qualche goccia di essenza di bergamotto o di garofano.

Bagno alle cinque erbe

In 5 Iitri d’acqua bollente versate: 35 g di foglie di salvia, 20 g di rosmarino, 25 g di fiori di lavanda, 25 g di foglie di men­ta, 35 g di foglie di timo. Dopo circa 5 minuti di bollitura, spegnete e attendete che il decotto sia intiepidito. Scolate, versate nella vasca, immergetevi e rilassatevi.

Bagno al tiglio

Bagno particolarmente adatto ai bambini e alle persone delicate. L’aroma del tiglio è un balsamo per i bronchi e per i pol­moni. Fate bollire in una grossa pentola, per circa mezz’ora, almeno 300 g di fiori di tiglio, poi lasciate raffreddare il decotto e strizzatelo attraverso un tovagliolo nella vasca da bagno contenente acqua calda.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )