Pulizia della pelle con le erbe

donna pulizia della pelle

La pulizia della pelle, in particolare quella del volto, è naturalmente molto importante per l’aspetto e per l’igiene: quella giornaliera avviene con il sapone e l’acqua ma periodicamente si possono adottare alcune buone abitudini per una pulizia più profonda.

Questo suggerimento vale soprattutto per coloro che vivono nelle grandi città dove il contenuto di polveri nell’aria è elevato a causa dell’inquinamento atmosferico e per le donne la cui pelle può essere affaticata da trucco e ombretto.

Vaporizzazioni con le erbe

Tutti sanno come sia importante mantenere aerati e puliti i pori della pelle: ciò richiede a volte più di un semplice lavaggio con acqua e sapone; la vaporizzazione è il metodo più veloce e più economico per migliorare lo stato della pelle.

Per chi ha la pelle normale, non troppo secca né troppo sensibile e senza vene visibili, suggeriamo un suffumigio alle erbe. Prendete un catino di 40-50 cm di diametro e versatevi un infuso scegliendo tra le erbe con la fragranza preferita: per esempio, potete scegliere tra salvia, menta, fiori di camomilla o fiori di tiglio.

L’infuso va preparato mettendo 3 cucchiai da tavola di foglie o fiori sminuzzati ogni 3 Iitri d’acqua. Con l’infuso nel catino, reclinate il viso mantenendolo a 20 cm dalla superficie fumigante, coprendo il capo con un asciugamano di spugna abbastanza grande da circondare il catino.

Il vapore raccolto sotto l’asciugamano farà presto dilatare i pori della pelle e vi darà una sensazione piacevole di pulizia e rilassatezza.

Si dovrebbe continuare il trattamento sopportando per quanto possibile il calore, ma senza superare i 10-15 minuti: la pelle sarà rosea e lucente e quindi deve essere spruzzata con acqua prima tiepida, poi fredda, per chiudere i pori.

Poi passate con delicatezza la superficie della pelle con batuffoli di cotone imbevuti di tonico astringente. Dopo la vaporizzazione è consigliabile restare in casa per circa un’ora. Non ripetete con troppa frequenza questi trattamenti, comunque non prima di tre giorni.

I punti neri

II punto nero non è altro che sebo, il grasso della pelle secreto dalle ghiandole sottocutanee, che si combina con sporcizia o smog e ostruisce il poro.

I punti neri creano problemi anche per le pelli intatte: si può tentare di sfregare i punti infetti con una fetta di pomodoro o di zucchine, risciacquando poi con acqua tiepida; ma se questo trattamento non si rivelerà sufficientemente efficace, allora si potrà tentare con la vaporizzazione al viso seguendo il metodo già descritto e poi estrarre i punti neri usando la punta delle dita e un fazzoletto di carta.

Una pressione troppo forte può danneggiare la pelle provocando macchie e foruncoli. Se ciò accade si aggiungano 50 g di bardana a 500 g d’acqua fredda, si porti a ebollizione lasciando sobbollire per 15 minuti; quindi si lasci raffreddare e si applichi sul punto infetto.

Lozione detergente vegetale

a base di siero di burro

Nessun trattamento di bellezza è completo se a fine giornata la pelle non viene pulita con una lozione detergente: la ricetta seguente è blanda ma efficace.

Ecco gli ingredienti: 15 g di siero di burro (si ottiene agitando in una bottiglia del latte intero: agitando a lungo la panna si indurisce e si forma una pallina di burro; il liquido che rimane è il siero); 2 cucchiai da tavola di fiori di sambuco o di tiglio.

Fate riscaldare il siero di burro e aggiungete i fiori facendo bollire lentamente per mezz’ora. Lasciate il tutto in infusione per due ore; colate prima dell’uso. L’applicazione al viso va effettuata con batuffoli di cotone, togliendo ogni traccia di sporco, grasso e trucco.

Lozione detergente profumata

È una semplice e naturale lozione che ha poco o nulla da invidiare ai prodotti commerciali.

Gli ingredienti: 450 g di acqua di rose calda; 2 manciate di petali di rosa essiccati (preferibilmente Rosa gallica); 5 g di storace.

Mescolate in un recipiente i petali di rosa essiccati con l’acqua calda; lasciate il tutto in infusione per 2 ore poi colate il liquido. Lasciate trascorrere un giorno o due, poi aggiungete lo storace. Con batuffoli di cotone imbevuti della lozione detergente la pelle del viso.

 

 

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )