Antipasti veloci e stuzzicanti

Le ricette che proponiamo vogliono essere equilibrate. Si tratta di una serie di piatti che sono anche insalate, leggere, fresche, facilmente digeribili: con ingredienti diversi, verdure, torte e focacce, sfogliatelle, vol-au-vent variamente ripieni, crocchette, .cercando di non appesantire gli ospiti, ed evitare che siano spinti a riempirsi eccessivamente.

Non è sempre necessaria una solida pietanza di carne o pesce per fare un buon pranzo.

 

Aspic di verdure

Dosi per 6 persone

Ingredienti:100 g di polpa bianca di pollo, 50 g di prosciutto cotto,100 g. di cavolo cappuccio, 50 g di olive verdi farcite, 200 g di cavolfiore, 25 g di zucchero,1 peperone verde,1 peperone rosso o giallo, un pugno di piselli, 1 cuoricino di sedano bianco, qualche falda di peperone sott’aceto, 3 cucchiaiate di aceto bianco,1 tavoletta o 1 bustina di gelatina, istantanea (dose per circa 1/2 litro), 1 limone, 1 cucchiaino di sale, 1 ora, più il tempo per rassodare la gelatina

Preparazione.Tagliate la polpa di pollo e il prosciutto a filettini, il sedano a pezzetti, il peperone e il cavolo cappuccio a listerelle, le olive a rondelle e i peperoni sott’aceto a julienne. Lessate i piselli. Tagliate le cimette di cavolfiore a fettine sottili. Mescolate tutti gli ingredienti in una capiente terrina.

Mettete nel freezer uno stampo della capacità di circa un litro. Ponete al fuoco mezzo litro di acqua con il sale e lo zucchero; appena l’acqua bolle e lo zucchero si è sciolto, unite la gelatina istantanea e riportate a ebollizione.

Togliete dal fuoco, aggiungete il limone e l’aceto e lasciate raffreddare fuori dal frigorifero. Versate un po’ di gelatina fredda, ma ancora fluida, nello stampo e rigiratelo: la gelatina, a contatto dello stampo freddo, si solidificherà immediatamente.

Riempitelo fin quasi all’orlo con il miscuglio e fatevi colare sopra la rimanente gelatina fredda ma ancora fluida.

Appoggiate sullo stampo un coperchio e tenetelo in frigorifero per circa due ore, finché la gelatina si sarà solidificata. Al momento di servire, capovolgete lo stampo su un piatto. Volendo, guarnite con foglie di lattuga o con anelli e ciuffi di porro.

Consiglio. «Julienne», termine francese che contraddistingue un modo di tagliare gli alimenti (nel nostro caso le verdure) a filetti piuttosto sottili. 

Macedonia al crescione

Dosi per 4 persone

Ingredienti: una manciata di crescione, 4 pomodori, 4 carote, 2 cetrioli, 1 finocchio, 1 porro, 2 cetriolini sott’aceto, 1 cuore di sedano bianco, 4 cuoricini di carciofi, 1 cespo di lattuga (circa 200 g), 4 uova sode, 1 limone, 1 cucchiaino di senape, olio, pepe, sale.

Tempo: 20 minuti

Tagliate a fette i pomodori e i cetrioli, a fettine sottili il 1 sedano, il finocchio e il porro, a spicchi i cuori di carciofo e a filettini le carote (queste ultime potete anche grattugiarle con l’apposita grattugia di plastica). Foderate con le foglie di lattuga, o di radicchio, quattro ciotoline o piattini da antipasto e distribuitevi sopra le verdure preparate.

Condite con una salsetta ottenuta sbattendo insieme con una forchetta l’olio, la senape, il succo di limone, sale e pepe macinato al momento. Guarnite con il crescione, le uova tagliate a spicchi e i cetriolini.

Consiglio. Avrete notato che i carciofi appena tagliati diventano subito neri; per questo è meglio tenerli immersi in acqua fredda acidulata con succo di limone fino al momento di utilizzarli.

Scegliete per questa insalata di verdure miste, dei pomodori di media maturazione piuttosto sodi e usate preferibilmente olio extravergine d’oliva.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )