Amanita phalloides Tignosa verdognola

MORTALEmortaleFungo amanita

       Cappello:

da 5 a 12 cm dapprima convesso, poi piano, vi­scoso col tempo umido, di colore verdastro o verde giallo­gnolo, percorso radialmente da fibrille sericee, senza striature all’orlo.

         Lamelle:

 fitte, ineguali, libere al gambo, di colore bianco talora con leggeri riflessi verdastri.

        Gambo:

di 6-12 cm, bianco, cosparso di flocculi, con zebrature grigiastre, slanciato, cilindrico, prima pieno, poi cavo; anello bianco, membranoso, talora mancante negli esemplari adulti; volva bianca membranosa, semilibera, persi­stente.

        Carne:

bianca piuttosto fibrosa; odore di farina, disgustosa con l’invecchiamento, sapore dolciastro. Spore: bianche, leggermente ovoidali. Habitat: cresce nella stagione estiva ed autunnale nei boschi di latifoglie, più raramente di conifere, nelle radure e nei parchi.

            MORTALE:

anche cotto od essiccato; ad una persona di medio peso bastano 40 gr di fungo fresco per causare la morte.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )