Alimentazione sana per Bocca e Denti sani

. Consumare cibi ricchi di vitamine e sali minerali è importante al fine di salvaguardare non solo i denti, ma anche i tessuti gengivali. Per mantenere i denti sani, è importante infatti, avere una corretta alimentazione che contenga tutti i minerali e le vitamine sono necessari per la formazione e la salute dei denti ma, in modo particolare, le vitamine che contribuiscono ad una sana igiene orale sono le vitamine C e D.

prof Francesco Riva     Lo sottolinea  il Dr. Francesco Riva,Direttore del reparto di Chirurgia Odontostomatologica dell’ospedale G. Eastman ASL  RM di Roma  di odontologia presso  l,Ospedale   di Roma.  Lo specialista ricorda come la Vitamina C contribuisca alla salute dei tessuti gengivali impedendo che i batteri possano entrare nella gengiva, quindi è particolarmente utile per la prevenzione della gengivite e della piorrea. Gli alimenti ricchi di vitamina C, sono le  uova, i peperoncini piccanti, ribes, peperoni, prezzemolo, latte, broccoli e rucola, kiwi, arance, limoni, cavoli di Bruxelles e foglie di rapa, cavolfiori e cavolo cappuccio, fragole, clementine, mandarini, spinaci, melone, pompelmo, lattuga, pomodori, sedano, fave, piselli, fegato di bovino, menta.

  Prof. Francesco Riva

   La vitamina D, rileva  l’odontoiatra,  interagisce con calcio e fosforo, componenti essenziali di ossa e denti, favorendone l’assorbimento. Partecipa inoltre ai processi di mineralizzazione della struttura scheletrica e dello smalto dei denti, prevenendo carie e parodontiti.  Gli alimenti ricchi di vitamina D sono: olio di fegato di merluzzo, sgombro, carpa, anguilla, trota, alici, salmone anche affumicato, pesce spada, sgombro, tonno, uova, latte, grasso di pollo, di tacchino e di anatra, funghi, cereali, costine di maiale, lardo e pancetta, burro, latte di soia, formaggi.

    E’ meglio alimentarsi di prodotti freschi e integrali

 “Il dottor Riva consiglia di preferire i cibi poco raffinati, come ad esempio quelli integrali, perché svolgono anche un’azione di “peeling” sia sui denti che sui tessuti molli, favorendo la pulizia e il ricambio cellulare, mentre, “un altro fattore importante per la salute dei denti legato all’alimentazione, -sottolinea-  è la masticazione in quanto crea auto detersione e, quindi, i denti che non masticano tenderanno a sporcarsi più facilmente;  durante la masticazione molti alimenti quali verdure crude e frutta, agiscono efficacemente sul cavo orale, svolgendo appunto una funzione detergente sulla superficie dentale e sulla lingua. I cibi mangiati per ultimi sono quelli che lasciano maggiori residui; è dunque preferibile non terminare mai i pasti con il dolce bensì con cibi che abbiano un’azione più salutare, come ad esempio la frutta”.

“L’assunzione eccessiva di cibi acidi o di bibite gassate causano erosione dentale, consumando lo smalto fino ad erodersi completamente”, afferma ancora il primario che, ricordando  l’alto potere cariogeno degli zuccheri, consiglia, se possibile, di spazzolare i denti almeno entro 30 minuti dopo l’assunzione. Tra gli zuccheri, quello che fa meno male è lo xilitolo che addirittura dimostra un’azione antibatterica nei confronti delle principali cause della carie dentale.

E’ buona norma consumare cibi freschi in quanto, per esempio la frutta come la verdura una volta colte disperdono parte delle vitamine che contengono. Ciò avviene per le vitamine ma non per i minerali. Consigliamo inoltre di non fumare e limitare al minimo il consumo di alcol”.  Suggerisce il professor Francesco Riva che fornisce qualcheconsiglio: “ Alcune abitudini, come il consumo eccessivo di vino rosso, bevande colorate e caffè, opacizzano il colore naturale dei denti e portano alla formazione di macchie più o meno scure sulla superficie dello smalto. I dolci, come abbiamo già detto, possono favorire la carie, quindi meglio scegliere alimenti sani come verdura e frutta, yogurt e formaggi magri. La salute dei denti dipende anche dall’importantissimo calcio; serve a ridurre la formazione degli acidi della saliva che possono rovinare lo smalto ed è particolarmente importante per le donne oltre i 30 anni, età in cui si subisce un calo della densità ossea del 25%. Le verdure a foglia scura ne sono particolarmente ricche e le vitamine C e D, ne facilitano l’assorbimento per la salute delle ossa e dei tessuti gengivali.

Leave a Reply
Your email address will not be published.
  • ( will not be published )